Skip to content Skip to footer

Garanzia di eccellenza, prestigio e desiderabilità: il Made in Italy è un marchio da tutelare

Marchio made in italy

Il marchio “Made in Italy” è sinonimo di eccellenza, qualità e stile in tutto il mondo. Da decenni, i prodotti italiani sono celebrati per la loro maestria artigianale, l’attenzione ai dettagli e il design innovativo.

di Antonella Franco

Ma quali sono le caratteristiche su cui si basa il Made in Italy?

  • Materie prime di alta qualità: tipiche del Bel Paese che conferiscono ai prodotti bellezza e resistenza.
  • Tradizione e artigianalità: manualità, personalizzazione e cura dei dettagli nel pieno rispetto delle tradizioni.
  • Design innovativo: una ricerca continua di creatività, originalità e gusto estetico.
  • Unicità e esclusività: prodotti limitati e/o irripetibili destinati ad una clientela esigente e raffinata.

Ci riferiamo ad un vero e proprio patrimonio culturale e storico che deve essere tutelato e preservato da possibili rischi e minacce, come la contraffazione, la concorrenza dei paesi emergenti e nonché dalla crisi economica.

La norma di tutela

Un importante passo è stato fatto compiuto agli inizi dell’anno con l’entrata in vigore della Legge sul Made in Italy (legge 206/2023).  Questa legge contiene numerose disposizioni volte a rafforzare lo sviluppo e la modernizzazione dell’industria italiana e a consolidare l’identità dei prodotti italiani sul mercato internazionale, promuovendo il made in Italy ed il patrimonio culturale ed artistico italiano.

Entrata in vigore l’11 gennaio 2024, la legge introduce una serie di novità riguardanti la valorizzazione dell’innovazione e la tutela dei marchi di particolare interesse e valenza nazionale. Al tal fine, è stato istituito il “Contrassegno per il Made in Italy” per tutelare la creatività e l’eccellenza italiana e quale utile strumento per contrastare la falsificazione.

Inoltre, la legge prevede la protezione dei marchi di particolare interesse nazionale per quelle imprese titolari o licenziatarie di un marchio registrato da almeno 50 anni, con il subentro del Ministero delle Imprese e del Made in Italy per garantire la tutela di questi marchi.

I dati

Il mondo dell’eCommerce, si presenta come un universo in rapida espansione, guidato dall’aumento costante dell’accesso a Internet e dalla crescente preferenza per l’utilizzo dei dispositivi mobili per gli acquisti online. Il 62% della popolazione mondiale accede a Internet, il mobile rappresenta il 54,79% del traffico online globale, mentre il desktop si attesta al 42,73%.

L’Asia-Pacifico si conferma come il motore trainante del settore, con la Cina che domina il mercato rappresentando il 52,1% del commercio online globale e superando di due volte il fatturato del mercato statunitense. Tuttavia, negli Stati Uniti, il settore del retail online è altamente concentrato, con giganti come Amazon e Walmart.

Le novità

Novità importanti anche nell’ambito dei finanziamenti, particolare attenzione alle imprese femminili e agli incentivi per la produzione di fibre di origine naturale, fiere e ristorazione. Novità che hanno un unico comune denominatore, quale il rispetto del principio di sostenibilità della produzione e la transizione digitale sempre nell’ottica della salvaguardia dell’artigianalità, dell’inclusione sociale e valorizzazione del lavoro femminile e giovanile.

Ulteriori novità includono l’introduzione della Giornata del Made in Italy, la creazione di un apposito corso di studi (il Liceo del Made in Italy) e un museo (Esposizione Nazionale Permanente dei Prodotti della Storia dell’Ingegno Italiano).

Un passo fondamentale

Dunque, il marchio “Made in Italy” rappresenta un valore inestimabile, consapevoli dell’importanza e dell’impatto che ha a livello mondiale. La recente legge costituisce un passo fondamentale: grazie agli strumenti introdotti, non solo rafforza l’autenticità dei prodotti italiani, ma contribuisce anche a consolidare la reputazione di eccellenza delle aziende italiane nel contesto globale.

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Lotteria filantropica
La Lotteria Filantropica sta per partire
Dal 1° febbraio sarà finalmente possibile acquistare i biglietti della Lotteria Filantropica, il nuovo strumento finanziario che permetterà a enti…
Fondazione Sicomoro
Povertà educativa, una grave emergenza nazionale
Un fenomeno drammatico che si manifesta su più livelli e che deve essere affrontato con la massima attenzione per riuscire…
Terra Next, un partner per l’accelerazione della bioeconomia
Scade l’8 marzo il bando per partecipare all’acceleratore di impresa capace di attrarre talenti, competenze e network relazionali nel promettente…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: