Skip to content Skip to footer

Ultimi giorni per partecipare al Gender Prize

Gender Equality Champions

Scadono il 13 ottobre le candidature all’Award for Gender Equality Champions, il premio europeo per le università e centri di ricerca che hanno saputo incoraggiare la parità di genere con programmi dedicati.

 

di Giuseppe Strangolo

 

Istituito dalla Commissione europea per promuovere la parità di genere e rafforzare il potenziale di ricerca e innovazione a livello comunitario, il premio Eu Award for Gender Equality Champions è alla sua prima edizione e intende porre l’inclusività come principio e valore nell’ambito del cosiddetto Spazio Europeo della Ricerca (Ser). La parità di genere è infatti strettamente correlata allo sviluppo di un mercato del lavoro rafforzato per tutti i ricercatori, grazie allo sviluppo di procedure di valutazione della carriera migliori e di un’agenda trasformativa per gli istituti di scuola superiore che permetta ai talenti di impegnarsi in un ambiente professionale paritario, inclusivo, equo e sicuro.

Più concorrenza nell’attrarre talenti

Lo stimolo allo sviluppo di schemi di riconoscimento e di certificazione della parità di genere all’interno di strutture accademiche viene quindi ritenuto dalla Commissione europea come un motore per migliorare il livello generale della ricerca e per produrre una concorrenza virtuosa nell’attrarre studenti e ricercatori, oltre a rappresentare un importante prerequisito per avere accesso ai finanziamenti europei.

In questo contesto viene istituito il nuovo riconoscimento annuale il cui programma di premi agirà da stimolo per tutte le organizzazioni di ricerca e di istruzione superiore che partecipano al vasto programma di Horizon Europe.

Requisiti obbligatori per un Gep

Ogni partecipante dovrà dimostrare di aver sviluppato all’interno della propria organizzazione un gender equality plan (Gep) che dimostri un impegno per l’uguaglianza di genere. Il Gep dovrà quindi essere un documento pubblico firmato dal top management e diffuso all’interno dell’istituzione fissando obiettivi chiari e azioni e misure dettagliate per raggiungerli. Ma dovrà anche disporre di risorse dedicate per la progettazione, l’attuazione e il monitoraggio anche grazie alla creazione posizioni specifiche come funzionari per l’uguaglianza o team per l’uguaglianza di genere, nonché orari di lavoro riservati per il personale accademico, dirigente e amministrativo. Il Gep deve prevedere anche disposizioni per la raccolta e il monitoraggio dei dati basati disaggregati per sesso o genere raccolti in tutte le categorie di personale. Questi dati dovrebbero informare gli obiettivi e gli obiettivi del Gep, con precisi indicatori e una valutazione continua dei progressi. Infine le azioni del Gep possono includere lo sviluppo delle competenze di genere e la lotta contro i pregiudizi di genere inconsci tra il personale, oltre alla creazione di gruppi di lavoro dedicati a temi specifici e la sensibilizzazione attraverso workshop e attività di comunicazione dedicate.

Le tre categorie dell’award

Il premio sarà assegnato a quattro organizzazioni accademiche o di ricerca i cui concorrenti possono candidarsi a una delle tre sezioni. La prima è la categoria del Sustainable Gender Equality Champions che riguarda le organizzazioni in grado di dimostrare un record significativo e duraturo di attività e un alto livello di realizzazione attraverso l’attuazione del proprio gender equality plan. C’è poi la sezione Newcomer Gender Equality Champions dedicata alle organizzazioni che hanno recentemente iniziato a implementare un Gep e possono dimostrare i maggiori progressi nella sua attuazione e risultati raggiunti. E infine troviamo l’Inclusive Gender Equality Champions, categoria destinata alle organizzazioni che hanno saputo sviluppare un Gep inclusivo più innovativo affrontando con successo le intersezioni con altre categorie sociali come etnia, origine sociale, disabilità, orientamento sessuale e identità di genere.

La prima categoria prevede l’assegnazione di due premi. Il budget complessivo del premio europeo è di 400mila euro, con un riconoscimento finale pari a 100mila euro per ogni organizzazione vincitrice.

I risultati attesi

I premi aumenteranno la consapevolezza del pubblico sull’importanza di affrontare la parità di genere nelle organizzazioni accademiche e di ricerca attraverso il cambiamento istituzionale. Saranno così in grado di incoraggeranno un alto grado di impegno per lo sviluppo di Gep inclusivi e creeranno una comunità di sostenitori in grado di ispirare altre organizzazioni accademiche e di ricerca nel difendere e incoraggiare la parità di genere in tutte le sue forme.

Le organizzazioni accademiche e di ricerca che sono interessate a partecipare a una delle tre categorie dell’award possono presentare la propria candidatura entro e non oltre il 13 ottobre 2022.

Per i dettagli sulle procedure di candidatura occorre consultare la pagina dedicata.

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

L’arte contemporanea si espande con l’Italian Council
Al via la tredicesima edizione del bando internazionale che promuove l’arte contemporanea italiana all’estero. Scadenza 15 aprile.   di Edmondo Giroud   Dal…
Gli Investimenti sostenibili 4.0 ripartono dal Mezzogiorno
A partire dal 18 ottobre le micro, piccole e medie imprese del Sud potranno presentare domanda per le agevolazioni previste…
Più narrativa in circolazione con Creative Europe
Il bando sulla circolazione delle opere letterarie europee intende incoraggiare la diffusione, la traduzione e la promozione della narrativa scritta…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: