Skip to content Skip to footer

Torna ideeRete, il bando per i territori virtuosi

Riparte il bando di Assimoco destinato a progetti di rigenerazione sociale e territoriale con contributi a fondo perduto per 700mila euro. Le candidature sono aperte fino al 29 luglio.

di Giorgio Pietanza

 

Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con ideeRete, il bando di Assimoco che si rivolge a enti non profit e imprese per finanziare progetti destinati a rafforzare il tessuto sociale e imprenditoriale del nostro Paese in risposta alla pandemia. Il bando è l’occasione per rendere ancora più incisivo il posizionamento di Assimoco, la prima compagnia assicurativa italiana ad aver acquisito la qualifica di società benefit nonché la prima a essere stata certificata come “B Corp”.

I focus tematici del bando

Ammontano a ben 700mila euro i contributi a fondo perduto resi disponibili dalla società in questa seconda edizione del bando e i progetti al vaglio riguarderanno tre diversi ambiti tematici. Il primo è intitolato “Far fiorire il lavoro” e ha l’obiettivo di supportare la fioritura di nuove forme di impresa che siano allineate agli obiettivi di sviluppo sostenibile, facilitando l’incontro fra la domanda e l’offerta di lavoro. Il secondo focus è sulle azioni per “Generare benessere” prendendosi cura delle fasce più fragili della comunità e sviluppando servizi per la prevenzione e la promozione delle reti di prossimità, della telemedicina e del benessere psicologico. Infine “Coltivare il verde” intende immettere nuova vita nelle comunità grazie a progetti di riforestazione, mitigazione e adattamento sul cambiamento climatico, incoraggiando la transizione digitale delle aziende agricole e nuove forme di agricoltura con riduzione del consumo di acqua e di energia.

I destinatari potenziali

Gli elementi qualificanti che dovranno essere presenti, in tutto o in parte, nella progettazione degli interventi riguardano principalmente tre aree: quella della digitalizzazione, intesa come presupposto irrinunciabile per amplificare la produttività, l’efficacia e l’impatto degli interventi proposti; l’uguaglianza di genere e l’empowerment femminile; e l’inclusione sociale, quale elemento cardine per qualificare le iniziative nella direzione della riduzione delle disparità tutelando i gruppi più svantaggiati.

Il ventaglio dei potenziali beneficiari è davvero molto ampio. Il bando è infatti destinato a cooperative, imprese sociali, società benefit, fondazioni e associazioni, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, organizzazioni non governative, reti associative, start-up innovative e realtà imprenditoriali profit il cui obiettivo sia la generazione di un impatto positivo su persone, comunità e territori attraverso l’esercizio della propria attività economica.

È inoltre possibile presentare una richiesta in partenariato qualora vi sia convergenza rispetto agli obiettivi perseguiti dal progetto, si ravvisi una potenziale ottimizzazione dei costi e un miglioramento dell’impatto generato complessivamente dall’iniziativa. Gli enti pubblici possono partecipare unicamente in forma di partenariato.

Durata e sostegno finanziario dei progetti

Le candidature al bando ideeRete sono aperte fino alle ore 17.00 del 29 luglio. Ogni ente o partenariato potrà richiedere un contributo non inferiore ai 50mila euro e non superiore ai 75mila euro per singolo progetto. Il contributo richiesto potrà essere pari all’80% delle risorse finanziarie previste per l’attuazione del progetto. Il finanziamento sarà erogato sulla base dell’avanzamento delle attività progettuali e in base a un piano lavori condiviso con Assimoco e i soggetti vincitori.

Tra i requisiti per essere ammessi al bando c’è inoltre quello relativo alla durata della realizzazione del progetto che deve essere circoscritto al territorio italiano e coprire un arco di tempo compreso fra i 18 e i 24 mesi.

Per questa seconda edizione del bando Assimoco ha deciso di offrire alle comunità territoriali l’opportunità di sostenere i progetti anche attraverso operazioni di crowdfunding. La raccolta fondi verso i progetti più meritevoli viene intesa quindi come sostegno aggiuntivo rispetto al contributo erogato dalla compagnia assicurativa, la quale prevede di offrire un webinar a tutti i vincitori con l’obiettivo di illustrare le caratteristiche e le potenzialità del crowdfunding per il potenziamento del loro progetto.

 

Il testo del bando e gli allegati utili per partecipare alla fase di selezione sono scaricabili all’indirizzo www.bandoideerete.assimoco.it.

 

 

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni