Skip to content Skip to footer

Alla ricerca di Talenti per il Fundraising

Talento_Fundraising

È online il bando di Fondazione Crt che consentirà a 50 laureati in tutte le discipline di diventare junior fundraiser. La scadenza per candidarsi è fissata al 26 maggio.

 

di Diego Pietanza

 

Talenti per il Fundrasing è il progetto di Fondazione Crt che permette a laureati in tutte le discipline di formarsi sul tema della raccolta fondi e diventare junior fundraiser. Il bando è giunto alla quarta edizione offrirà anche quest’anno l’opportunità di frequentare 150 ore di formazione dedicata con costi interamente coperti da fondazione torinese. Sono 50 i posti disponibili per questa quarta edizione, mentre ammontano ormai a 160 i giovani formati nelle tre edizioni precedenti. Il progetto offre ai partecipanti l’opportunità di arricchire il proprio curriculum e di accedere a opportunità di impiego mediante un tirocinio formativo presso un ente del Terzo settore.

La selezione dei candidati

Il bando è aperto ai laureati provenienti da tutto il territorio nazionale e nati dal 1° gennaio 1992. La selezione delle candidature verrà effettuata attraverso un test scritto di inglese e di cultura generale da svolgersi online. I test si svolgeranno giovedì 8 giugno. La Fondazione Crt effettuerà una valutazione di tipo documentale basata sull’analisi delle informazioni inserite da ciascun candidato nel proprio modulo di candidatura compilato online, nella quale verranno analizzati il percorso di studi, le esperienze lavorative, le esperienze extralavorative, anche in campo non profit, la conoscenza della lingua inglese e di altre lingue straniere, la motivazione relativa alla partecipazione al progetto, i soft skills che emergano dalle esperienze concrete elencate dal candidato, le capacità organizzative, di problem solving, di adattamento e di progettazione, nonché la qualità, la chiarezza e l’accuratezza nella compilazione del modulo.

La fase di preselezione porterà così all’individuazione di un massimo di 160 candidati, i quali saranno ammessi alla fase di selezione finale. L’elenco dei 160 candidati verrà pubblicato il 13 giugno sul sito www.fondazionecrt.it e ognuno dei preselezionati riceverà una e-mail personale con i dettagli relativi alla selezione finale. Tutti i 160 candidati parteciperanno a una sessione di valutazione finale che si svolgerà a Torino sabato 17 giugno e che porterà all’individuazione dei 50 partecipanti al progetto.

Il programma di Talenti per il Fundraising

Il programma di studio parte dai “fondamentali” per giungere fino ai più innovativi strumenti applicati al fundraising: si spazierà dalle nuove frontiere dei lasciti solidali al crowdfunding, dal mercato delle grandi donazioni alla gestione dei volontari, dalla gestione del database dei donatori con l’intelligenza artificiale alle prospettive professionali di chi voglia intraprendere la carriera del fundraiser.

Il corso è incentrato su un approccio “hands on”, molto pratico e pragmatico, vale a dire che ogni nozione appresa verrà subito messa in pratica. Tale approccio si articolerà attraverso un project work che si svilupperà durante l’arco di tutto il corso. I partecipanti verranno divisi in gruppi di lavoro dedicati a cinque player del terzo settore coinvolti nel progetto: Museo Egizio, Fondazione Time2, Lilit Biella, Associazione Centro Scienza e Casa Giglio. I cinque gruppi effettueranno un percorso che culminerà nella realizzazione di vere e proprie campagne di raccolta fondi, testate in occasione di un vero e proprio Donor Day.

Lezioni e durata del percorso formativo

Tutte le lezioni di Talenti per il Fundraising si svolgeranno a Torino e verranno erogate in presenza con obbligo di frequenza. Il monte ore complessivo prevede 150 ore di fondamenti, con lezioni di approfondimento e teamworks suddivisi in due tranche di circa 75 ore, nelle quali la frequenza alle lezioni verrà costantemente monitorata.

Il progetto prevede anche altre attività obbligatorie, tra cui alcuni laboratori di soft skills, un laboratorio di raccolta fondi finalizzato alla realizzazione del Donor-Day e l’assegnazione di lavori di gruppo da elaborare anche al di fuori dell’orario delle lezioni. Il progetto prevede inoltre alcuni moduli di approfondimento a frequenza facoltativa e un teambuilding anch’esso facoltativo. Saranno inoltre previste alcune prove di valutazione obbligatorie che consisteranno in test ed esercizi in aula, nonché nell’assegnazione di lavori di gruppo da elaborare anche al di fuori dell’orario delle lezioni.

Alcuni moduli di attività, come il team building e il weekend finale intensivo, potranno essere interamente residenziali e si svolgeranno fuori Torino: ciò significa che i partecipanti dovranno essere presenti continuativamente per l’intero weekend, con pernottamento compreso. La Fondazione Crt provvederà all’organizzazione dei moduli fornendo direttamente il trasporto dei partecipanti verso la località di svolgimento delle attività e l’alloggio.

L’attestato di partecipazione e il tirocinio

Al termine del percorso formativo verrà rilasciato un attestato di partecipazione a coloro i quali avranno raggiunto i requisiti minimi previsti, che devono tenere conto del raggiungimento del monte ore di frequenza minima, della frequenza al weekend residenziale finale, nonché del raggiungimento del punteggio minimo in seguito alle prove di valutazione.

Conclusa la fase formativa, verranno messe a disposizione 15 borse di tirocinio che permetteranno ai partecipanti di effettuare un percorso di sei mesi come junior fundraiser presso altrettanti enti non profit del Piemonte e della Valle d’Aosta. L’accesso ai tirocini sarà riservato agli studenti che avranno raggiunto tutti i requisiti validi per l’ottenimento dell’attestato e che dimostreranno di trovarsi alla data del 1° marzo 2024 nella condizione di “inoccupato” o “disoccupato”. Oltre l’80% dei 75 tirocini che sono stati attivati nelle tre precedenti edizioni si è concluso con una proposta di collaborazione da parte dell’ente ospitante.

 

Il bando, con tutti i requisiti per partecipare e il calendario delle lezioni, è disponibile cliccando qui.

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Coprogrammare e coprogettare: lo scenario italiano
Un’indagine realizzata da Secondo Welfare fa emergere una concezione ancora un po’ confusa delle pratiche collaborative da parte degli operatori…
Prevenire Attenta-Mente il disagio giovanile
Al via la seconda edizione del bando Attenta-Mente “Prendersi cura del benessere emotivo, psicologico, relazionale di bambini e ragazzi” di…
Impact4Coop aumenta le risorse per le cooperative
Salgono a ben 2,2 milioni di euro gli investimenti a sostegno delle cooperative sociali in grado di generare forte impatto…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: