Skip to content Skip to footer

Nuove risorse per rigenerare le medie città del Sud

Pon Coesione Sociale

È stato approvato dalla Commissione europea il Pn Metro Plus Città Medie Sud 2021-2027 destinato a 14 Comuni capoluogo e a città di medie dimensioni del Sud Italia da riqualificare socialmente ed economicamente. La dotazione complessiva è di 3 miliardi di euro.

 

di Edmondo Giroud

 

La Commissione europea ha approvato pochi giorni fa il Programma Nazionale Metro Plus Città Medie Sud per il settennio 2021-2027. Il programma si pone in continuità con il precedente Pon Metro 2014-2020 e individua 14 Comuni capoluogo in qualità di organismi intermedi per l’attuazione di politiche di sostegno all’agenda digitale, alla riqualificazione urbana e sociale, la mobilità, l’efficientamento energetico ma anche all’inclusione e alla riduzione del disagio sociale.

La dotazione finanziaria complessiva è di 3 miliardi di euro, tra fondi Ue e cofinanziamento nazionale, e interesserà le città metropolitane di Torino, Genova, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Reggio Calabria, Palermo, Messina, Catania e Cagliari. Il programma prevede inoltre un ampliamento degli interventi in favore di alcune città del Mezzogiorno di media grandezza che si trovino al di fuori del perimetro delle città metropolitane e caratterizzate da disagio economico e abitativo. Per queste sono previste risorse destinate alla riduzione del degrado socioeconomico.

Le differenze rispetto al passato Pn

Rispetto al precedente programma, il Pn 2021-2027 amplia la propria azione in ambiti di intervento molto innovativi e strettamente correlati allo sviluppo urbano quali le azioni integrate di rigenerazione urbana, la mobilità green, contrasto al disagio economico e abitativo nelle periferie, l’accesso all’occupazione, gli interventi di natura ambientale e di economia circolare, il risparmio energetico degli edifici e delle infrastrutture, l’offerta innovativa di servizi digitali e la promozione sviluppo sociale anche attraverso la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza.

Anche il coinvolgimento delle Città medie del Sud rappresenta un importante elemento di novità, grazie a una modalità di selezione delle aree più fragili sulla base di criteri demografici e di disagio sociale.

Novità e maggiore coinvolgimento del Terzo settore

Alcune misure specifiche riguarderanno il supporto alla competitività del tessuto socioeconomico e produttivo locale e il sostegno alle piccole realtà imprenditoriali locali con l’obiettivo di riqualificare e rivitalizzare le aree urbane e produttive. Anche la costruzione di comunità più sostenibili dal punto di vista ambientale e del loro contributo ai cambiamenti climatici è uno degli asset di questo nuovo Pn che finanzierà anche i progetti voli alla conversione delle infrastrutture pubbliche a partire dalla riqualificazione energetica in edilizia pubblica e residenziale, dal rilancio delle comunità energetiche e dalle attività ri recupero e di economia circolare.

Sono inoltre previste misure di riduzione del disagio e di aiuto attivo ai soggetti vulnerabili con azioni comprendenti un mix di interventi personalizzati di tipo formativo e di accompagnamento all’occupazione. Così come avranno forte impulso le azioni di rafforzamento della rete dei servizi del territorio e di coinvolgimento del Terzo settore nell’attivazione di nuovi servizi.

Verso una rigenerazione amministrativa

Un altro importante punto del nuovo programma nazionale consiste nella strategia di rafforzamento delle capacità amministrativa dei Comuni in quella che può essere definita una vera e propria “rigenerazione amministrativa”. Il termine è mutuato dal Piano Sud 2030 e si riferisce alla necessità di una “rifondazione”, attuata anche attraverso il reclutamento di nuovi profili professionali, della capacità delle amministrazioni locali, soprattutto del Sud, di realizzare le politiche di coesione previste dall’intero programma.

L’obiettivo è quello di svolgere un ruolo di semplificazione e accelerazione al sistema generale di attuazione oltre a intervenire su alcuni dei punti più fragili del sistema tramite azioni di accompagnamento, soprattutto nelle situazioni più fragili, nei processi deliberativi o nei compiti tecnico-amministrativi complessi, quali ad esempio la progettazione avanzata, la gestione di gare o il rafforzamento delle stazioni uniche appaltanti.

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Giordano Bruno Guerri
Vittoriale: 100 anni portati benissimo
Riscoprire il Vittoriale degli Italiani con occhi nuovi, avendo come guida Giordano Bruno Guerri. Quando la cultura vince riuscendo ad…
Festival Fundraising 2022
Torna il Festival del Fundraising
Dal 6 all'8 giugno si terrà a Riccione il più grande appuntamento italiano dedicato al fundraising. Un confronto diretto e…
Futura e Onlife
Primi bandi dal Fondo per la Repubblica Digitale
Futura e Onlife sono i primi due bandi promossi dal Fondo per la Repubblica Digitale per aiutare giovani donne e…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: