Skip to content Skip to footer

La sostenibilità è alla ricerca di Youth in Action

Youth in Action

Il concorso promosso da Fondazione Italiana Accenture intende coinvolgere i giovani under 30 nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Onu.

 

di Diego Pietanza

 

La call for ideas Youth in Action for Sustainable development goals si propone di dare un importante contributo al raggiungimento degli obiettivi Onu di sviluppo sostenibile unite cercando di coinvolgere i giovani offrendo opportunità alle buone idee e alla creatività.

Giunto alla settima edizione, il concorso è promosso da Fondazione Italiana Accenture, ente del terzo settore che con questa call for ideas intende stimolare e valorizzare l’innovazione tecnologica in iniziative ad elevato impatto sociale. La mission della fondazione è accelerare la trasformazione digitale del Terzo settore introducendo tecnologie, processi e competenze che ne aumentino l’efficacia.

Gli obiettivi della call

Si tratta di un vero e proprio concorso che ha l’obiettivo di raccogliere e premiare le migliori idee progettuali presentate da giovani under 30, per rispondere alle sfide che oggi il mondo business e quello del non profit devono affrontare per contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile, così come viene caldeggiato dall’Agenda 2030 dell’Onu. Concentrata su macroaree sociali, economiche e ambientali, l’attenzione dell’Agenda delle Nazioni Unite si declina infatti in 17 obiettivi specifici, ulteriormente articolati in 169 target e fortemente interconnessi tra di loro, che mirano a generare entro il 2030 uno sviluppo capace di coniugare la crescita economica con la tutela dell’ambiente e con il rispetto dei principi di equità sociale.

A chi si rivolge

Il concorso è aperto a cittadini italiani e stranieri con conoscenza fluente della lingua italiana che abbiano compiuto almeno 18 anni. Possono tuttavia partecipare soltanto i giovani under 30 iscritti a un corso universitario o postuniversitario, come master o dottorato, oppure coloro che sono già in possesso del titolo di laurea o postlaurea. È possibile partecipare singolarmente o in una squadra composta al massimo da tre persone.

Ciascun partecipante, singolarmente o in team, potrà presentare una o più idee progettuali e dovrà indicare l’area di studio universitario di appartenenza e il titolo di studio universitario conseguito o da conseguire. Le idee progettuali dovranno rispondere a una delle “sustainability challenges” presentate dai 15 partner del concorso, che sono Accenture, Conad, Fondazione Snam, Fondazione Unipolis, Jobiri, Kartell, Lavazza, Mail Boxes Etc, Fastweb, Fondazione Human Age institute by ManpowerGroup, Un Sdg Action Campaign, Cnh Industrial, Fondazione Vodafone e Fondazione Crt. Le idee dovranno inoltre presentare elementi di innovazione e indicare gli Obiettivi di sviluppo sostenibile su cui il progetto avrà un impatto positivo.

Come si articola il concorso

Ciascuna delle 15 aziende partner ha presentato una “sustainability challenge”, ovvero un brief su una tematica di sostenibilità economica, sociale o ambientale che è interessata ad approfondire. Le singole challenges sono consultabili sul sito del concorso e suddivise per singolo partner. Ogni partecipante potrà rispondere a una o più sustainability challenge proponendo la propria idea progettuale.

Una volta selezionati, tutti i partecipanti avranno accesso esclusivo a un corso e-learning, articolato in 6 moduli, per muoversi al meglio nella realizzazione del progetto. Sono inoltre disponibili altri 17 moduli e alcuni paper dedicati ad approfondire ognuno dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile promossi dalle Nazioni unite.

I finalisti avranno infine l’occasione di partecipare a un workshop per finalizzare al meglio la propria idea progettuale, avendo anche un confronto diretto con le aziende partner, oltre ad accedere gratuitamente alla piattaforma di career coaching Jobiri, partner tecnico del progetto ed entreranno a far parte della community di Youth in Action for Sdg.

Premi e modalità di partecipazione

I partner del concorso valuteranno, ciascuno per la propria sustainability challenge, le idee progettuali partecipanti al concorso, per selezionare le finaliste, sulla base dell’aderenza alla challenge scelta, della chiarezza e del dettaglio della descrizione, dell’innovatività della proposta e dell’attendibilità e misurabilità dei risultati. Saranno inoltre prese in considerazione le competenze del partecipante e soprattutto la fattibilità economica dell’idea progettuale.

Ogni azienda partner attribuirà un premio in denaro o servizi ai vincitori del concorso che avranno risposto alla propria challenge. Oltre ai premi assegnati alle singole challenge, Fondazione Italiana Accenture premierà fino a due progetti con una somma complessiva di 5mila euro da utilizzare in corsi o attività di formazione.

La presentazione delle idee progettuali deve avvenire entro le ore 12.00 del 20 aprile accedendo al sito http://youthinactionforsdgs.it/.

 

Per maggiori informazioni consultare il regolamento del concorso.

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Bonus Export
Al via il Bonus export digitale
Dal 10 maggio scorso è possibile attivare le procedure di domanda per il Bonus export digitale, la misura di sostegno…
Terre Colte
Riparte il bando Terre Colte
Fondazione Con il Sud lancia la seconda edizione del bando per il recupero di terreni abbandonati che coinvolge le organizzazioni…
Sostegno agli enti del Terzo settore: il nuovo bando della Regione Campania
L’Avviso pubblico della Regione Campania, rivolto alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale e fondazioni Onlus, intende…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: