Skip to content Skip to footer

Ecodesign, il bando Conai per l’ecosostenibilità

Ecodesign Conai

Per valorizzare la sostenibilità ambientale e l’economia circolare, Conai lancia la decima edizione di Ecodesign, il bando che premia le migliori soluzioni di imballaggio.

 

di Franco Genovese

 

Il nuovo bando Conai per l’ecodesign degli imballaggi si propone di valorizzare le azioni volontarie che le aziende mettono in atto nella progettazione e nella realizzazione di imballaggi sempre più ecosostenibili. Giunto alla decima edizione, Ecodesign premierà le soluzioni di packaging più innovative immesse sul mercato nel biennio 2021-2022 dalle aziende consorziate che hanno scelto di innovare i propri imballaggi in un’ottica di maggiore sostenibilità ambientale e di circolarità.

Gli obiettivi del bando

Con il recepimento del pacchetto di Direttive comunitarie volte alla promozione dell’economia circolare, il Consorzio nazionale imballaggi intende infatti focalizzarsi con maggiore attenzione sulle attività di progettazione ed ecodesign volte a ottimizzare l’uso delle risorse e a garantire la chiusura dei cicli produttivi. A tale scopo Conai mette a disposizione un importo complessivo pari a 600mila euro per le aziende che hanno organizzato autonomamente, anche in forma collettiva, la gestione dei propri rifiuti di imballaggio sull’intero territorio nazionale.

Le risorse messe a disposizione dal consorzio potranno essere valorizzate solo in termini di attività di comunicazione dedicata. Il bando è aperto a tutte le imprese consorziate che hanno innovato i propri imballaggi adottando almeno una delle leve di ecodesign promosse da Conai.

Le sette caratteristiche chiave per Conai

Le leve di Ecodesign promosse da Conai sono sostanzialmente sette: si parte dal riutilizzo dell’imballaggio, concepito in origine proprio per poter compiere, durante il suo ciclo di vita, un numero minimo di spostamenti o rotazioni e per un uso identico, per arrivare alla facilitazione delle attività di riciclo ottenuta grazie alla semplificazione delle fasi di recupero e riciclo del packaging. Altre leve chiave sono l’utilizzo di materiale riciclato o recuperato, con la sostituzione di una quota di materia prima vergine con materia riciclata, e il contenimento del consumo di materie prime impiegate nella realizzazione dell’imballaggio e conseguente riduzione del peso. Tra le leve di ecodesign troviamo anche l’ottimizzazione dei processi produttivi grazie all’impiego di processi innovativi in grado di ridurre i consumi energetici per unità prodotta o di ridurre gli scarti di produzione.

Anche l’ottimizzazione della logistica rappresenta una caratteristica importante promossa da Conai, con un miglioramento delle operazioni di immagazzinamento e l’ottimizzazione dei carichi sui pallet e sui mezzi di trasporto. Infine c’è anche la semplificazione delle fasi di recupero e riciclo, anche organico, del packaging, come la separabilità dei diversi componenti riguardanti ad esempio le etichette, le chiusure, gli erogatori e altri componenti.

Almeno uno di questi requisiti deve essere documentabile nelle soluzioni di packaging immesse al consumo sul territorio nazionale nel biennio 2021-2022.

Il budget a disposizione

La dotazione del bando Ecodesign è di complessivi 600mila euro. Di questi, 550mila euro saranno suddivisi fra tutti i progetti di packaging premiati, in base al punteggio ottenuto tra tutti i casi ammessi alla selezione finale in base all’adozione delle sette leve di prevenzione. Il budget di 50mila euro è invece destinato a premiare cinque progetti di packaging che si sono distinti per la spinta innovativa e progettuale nell’ambito di una o più delle leve principali di ecodesign quali il riutilizzo dell’imballaggio, la facilitazione delle attività di riciclo e l’utilizzo di materia recuperata con la sostituzione di una quota di materia prima vergine con materia riciclata.

Uno dei cinque progetti premiati riceverà anche una menzione speciale da parte di Legambiente, mentre una seconda menzione speciale potrà poi attribuita a un progetto distintosi per l’innovazione apportata nel mondo dell’e-commerce.

Modalità di partecipazione

Al Bando potranno partecipare sia le evoluzioni di progetti di packaging già realizzati, ma ulteriormente migliorati, sia gli imballaggi nuovi che risultino avere, sulla base dei risultati dello strumento di Life cycle assessment semplificato del Conai chiamato Eco Tool, un minore impatto ambientale rispetto agli imballaggi più frequentemente utilizzati per la medesima applicazione sul mercato italiano.

Ogni impresa potrà partecipare al bando tramite la compilazione del form online disponibile sul sito ecotoolconai.org. Sarà possibile richiedere assistenza alla compilazione contattando direttamente il personale qualificato i cui riferimenti sono indicati nella sezione Info e Contatti del sito.

I progetti dovranno essere presentati entro e non oltre il 28 aprile.

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

“Non si può ripetere il passato”
Rileggere oggi Il Grande Gatsby nella traduzione di Fernanda Pivano fa riflettere su uno dei più grandi scrittori contemporanei, Don…
Italia Economia Sociale: una spinta al Terzo settore
Immaginare, o meglio, ridisegnare il Paese che verrà dopo l’emergenza sanitaria in una prospettiva che sappia guardare al grande universo,…
Birrificio Parthenya
Parthenya, la birra circolare nata in Campania
Parthenya è l’ecobirrificio artigianale creato da due under 30 per produrre birra di qualità in modo sostenibile. Ha recentemente ricevuto…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: