Skip to content Skip to footer

L’arte contemporanea si espande con l’Italian Council

Italian Council

Al via la tredicesima edizione del bando internazionale che promuove l’arte contemporanea italiana all’estero. Scadenza 15 aprile.

 

di Edmondo Giroud

 

Dal prossimo 18 marzo sarà possibile presentare domanda per accedere al bando internazionale Italian Council, il programma di sostegno dell’arte contemporanea italiana nel mondo, promosso dalla Direzione generale creatività contemporanea del ministero della Cultura con uno stanziamento complessivo di 2,7 milioni di euro.

Il bando è aperto a musei, enti culturali pubblici e privati, istituti universitari, fondazioni, associazioni culturali, comitati formalmente costituiti e da qualunque altro soggetto con personalità giuridica e senza scopo di lucro e, in misura ridotta e solo nei casi esplicitamente indicati nel bando, da artisti, curatori e altri professionisti dell’arte visiva.

Gli obiettivi di Italian Council

Il programma di sostegno opera su tre ambiti di intervento e permetterà di finanziare progetti culturali finalizzati alla promozione, alla produzione e alla diffusione dell’arte contemporanea italiana in Italia e all’estero nel campo delle arti visive. Il primo ambito riguarda la “Committenza internazionale e l’acquisizione di nuove opere d’arte” e potrà riguardare l’acquisto di opere di un artista italiano o residente in Italia la cui esecuzione risalga a meno di 50 anni, con relativa valorizzazione all’estero. Il secondo ambito di intervento è relativo alla “Promozione internazionale di artisti, curatori e critici” e potrà riguardare l’esposizione di mostre monografiche presso un’istituzione culturale straniera o la partecipazione di un artista a una manifestazione internazionale periodica o a una mostra collettiva estera. Il terzo ambito riguarda infine lo “Sviluppo dei talenti” e prevede l’attribuzione di borse di studio per la residenza di ricerca all’estero per nuovi talenti e borse per il sostegno alla ricerca di artisti, curatori e critici.

Le risorse a disposizione

Per questa tredicesima edizione è stato previsto un incremento di fondi rispetto alle edizioni passate, che hanno impegnato in sette anni, dal 2017 al 2023, circa 17 milioni di euro complessivi. La dotazione di 2,7 milioni di euro è suddivisa in modo differenziato tra le tre aree di intervento: 1,2 milioni di euro per l’ambito “Committenza internazionale e acquisizione di opere d’arte“, 1,1 milioni di euro per la “Promozione internazionale di artisti, curatori e critici” e 400mila euro per lo “Sviluppo dei talenti”.

I primi due ambiti sono destinati a musei, enti pubblici e privati, istituti universitari, fondazioni, associazioni culturali, comitati formalmente costituiti, sia italiani che stranieri. Il finanziamento richiesto prevede un importo massimo di 150mila euro per il primo ambito e tra i 50mila e i 100mila euro per il secondo, e non potrà superare l’80% dell’importo totale, con un tetto massimo che varia in base alla tipologia del progetto. I progetti dovranno essere realizzati tra il 30 giugno 2024 e il 31 agosto 2026.

Il terzo ambito è invece destinato ad artisti, critici, curatori e altri professionisti dell’arte visiva, con cittadinanza italiana o fiscalmente residenti in Italia. L’importo richiesto per la borsa di ricerca non può superare i 15mila euro e i progetti si devono svolgere tra il 30 giugno 2024 e il 31 ottobre 2025.

L’entità del finanziamento è determinata dalla commissione valutatrice sulla base del punteggio assegnato alla qualità del progetto, tenuto conto dei costi ammissibili, del piano finanziario e nei limiti massimi stabiliti nel bando.

Modalità di invio delle candidature e step successivi

Per tutti e tre gli ambiti di intervento le proposte di candidatura devono essere inviate esclusivamente tramite il Portale Bandi della Direzione generale creatività contemporanea dal 18 marzo fino alle ore 15:00 del 15 aprile. Entro il 4 aprile sarà possibile richiedere chiarimenti via e-mail alla Segreteria Italian Council all’indirizzo italiancouncil@cultura.gov.it, mentre l’avvio dei progetti vincitori avverrà non prima del 30 giugno.

Per eventuali problemi relativi al caricamento della domanda di partecipazione è possibile rivolgersi al servizio di assistenza tecnica del Portale Bandi all’indirizzo e-mail supportoit.dgcc@ptsclas.com.

Per informazioni più dettagliate consultare il documento ufficiale del bando.

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Anticipazioni sul Rapporto Svimez
Il Sud aggancia la ripresa, ma in maniera “diseguale”. di Ciro Iacovelli   Il contenuto delle anticipazioni fornite da Svimez circa il…
Fenomeni migratori: un’opportunità per l’Europa
L’economia sociale funziona e offre opportunità occupazionali di cui si parla ancora troppo poco. Lo stesso settore dell’accoglienza dà lavoro…
Generazione Terra
Nuovi aiuti ai giovani agricoltori con Generazione Terra
Torna la misura di Ismea che consente ai giovani agricoltori di finanziare al 100% il mutuo per l’acquisto di terreni…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: