Skip to content Skip to footer

CoopstartupHer, largo alle cooperative rosa!

Prorogato al 15 settembre il termine per accedere all’incentivo che sostiene lo sviluppo di cooperative a maggioranza femminile. Ecco tutti i dettagli.

 

di Roberto Antiseri

 

C’è ancora tempo per partecipare al bando CoopstartupHer, l’iniziativa promossa dalla Commissione Pari Opportunità di Legacoop e Coopfond per la creazione di imprese cooperative a maggioranza femminile. La nuova scadenza è infatti quella del 15 settembre.

Nata nell’alveo delle iniziative volte a mitigare la disparità di genere, CoopstartupHer vuole rappresentare un’opportunità per sviluppare idee imprenditoriali in grado di aumentare l’occupazione femminile e incoraggiare la crescita economica del territorio, avendo come riferimento lo sviluppo sostenibile e gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu.

Destinatari e ambiti applicativi

L’incentivo è rivolto a gruppi di almeno tre persone, in maggioranza donne, che intendano costituire un’impresa cooperativa ed è esteso anche alle neocooperative costituitesi dal 1 gennaio 2021 e la cui base sociale sia a prevalenza femminile.

CoopstartupHer si sviluppa a partire da un bando di selezione delle migliori proposte imprenditoriali cui segue un percorso di formazione finalizzato a fornire le competenze di base per costituire una cooperativa, sviluppare formule organizzative orientate al femminile e poter così accedere agli incentivi pubblici. I migliori progetti verranno accompagnati dalla fase iniziale alla costituzione in cooperativa fino ai 36 mesi successivi all’avvio dell’attività.

L’iniziativa ha il patrocinio di Unioncamere, la partnership di Banca Etica/Fondazione Finanza Etica e la collaborazione di Università Luiss e dell’Osservatorio interuniversitario Studi di genere e Pari opportunità che riunisce le tre università romane La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre.

Le idee progettuali potranno riguardare qualsiasi ambito settoriale, purché rispondano ai bisogni espressi dal contesto economico e sociale del territorio e possano essere ricondotti alle priorità fissate dall’Onu nell’ambito dell’Agenda 2030.

La lunga roadmap di CoopstartupHer

Il percorso di CoopstartupHer prevede che entro il 15 settembre avvengano le candidature online dei gruppi e delle neocooperative, previa iscrizione alla piattaforma di partecipazione al bando. Sempre entro il 15 settembre gli iscritti potranno usufruire della formazione a distanza gratuita per facilitare l’acquisizione delle conoscenze e competenze di base per la creazione di startup cooperative. Entro la stessa data tutti i gruppi iscritti dovranno aver definito e caricato sulla piattaforma la propria idea imprenditoriale, i profili del team complessivo e tutta la documentazione richiesta. Dal 16 settembre al 30 ottobre ci sarà poi la valutazione delle idee di impresa e la prima selezione, nel numero massimo di 25 progetti.

Tra novembre e dicembre 2022 verrà erogata la formazione gratuita di almeno 20 ore a distanza o in presenza per i 25 gruppi selezionati. La formazione riguarderà i principi e valori del modello cooperativo, lo sviluppo delle competenze e del potenziale di ogni singolo gruppo, e la definizione di un progetto imprenditoriale con la formulazione del business model e del business plan. Altri temi di formazione toccheranno l’educazione finanziaria, le competenze digitali e gli strumenti utili alla conciliazione dei tempi vita e di lavoro.

A gennaio 2023, ultimata la formazione, i gruppi accederanno singolarmente a incontri con esperti del settore per risolvere dubbi e ricevere suggerimenti per la sua attuazione e avranno un tutoraggio personalizzato per l’affinamento del business plan. Entro metà febbraio i 25 gruppi selezionati dovranno predisporre il business plan e un video di presentazione dell’idea imprenditoriale, mentre tra febbraio e marzo avverrà l’iter di valutazione finale dei progetti. Tra questi ne saranno selezionati soltanto cinque e ad aprile ci sarà la comunicazione dei vincitori e la premiazione.

Premio finale: il lancio della cooperativa

Ricapitolando, per tutti i gruppi iscritti al bando è previsto l’accesso gratuito a un programma di formazione online finalizzato alla costituzione di startup cooperative. Per i 25 gruppi che supereranno la prima fase c’è l’accompagnamento allo sviluppo del progetto di impresa, mentre per i 5 gruppi vincitori, una volta costituiti in cooperativa e aderito a Legacoop, vi è un contributo a fondo perduto di 10mila euro da parte di Coopfond finalizzato a coprire le spese di avvio della nuova impresa. Inoltre vi è un accompagnamento nei 36 mesi successivi alla costituzione delle nuove cooperative e la possibilità di attivare gli altri prodotti finanziari erogati da Coopfond, quali i finanziamenti specifici a favore delle startup e quelli ordinari a sostegno della promozione e sviluppo della cooperazione.

La cooperativa dovrà costituirsi entro un anno dalla vittoria, pena la decadenza del premio.

 

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni