Skip to content Skip to footer

Concorso Art Bonus 2023 ai nastri di partenza

Art Bonus

Al via la settima edizione del Concorso Art Bonus, il contest che premia i progetti più votati tra quelli realizzati nell’anno appena concluso. Eliminatorie a partire dal 1° febbraio.

 

di Edmondo Giroud

 

Anche quest’anno si svolgerà il concorso che premia i progetti Art Bonus che sono stati i più votati tra quelli selezionati sulla piattaforma www.artbonus.gov.it/concorso/2023 e che hanno raggiunto il proprio obiettivo di raccolta fondi con relative erogazioni entro la fine del 2022.

Il concorso è organizzato da Ales in collaborazione con il ministero della Cultura e Promo Pa Fondazione-LuBeC Lucca Beni Culturali e ha come obiettivo fondamentale quello di gratificare mecenati e beneficiari che hanno reso possibile il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del Paese. Il concorso intende inoltre promuovere l’Art Bonus non solo verso la comunità degli addetti ai lavori, ma anche verso il grande pubblico e al tempo stesso divulgare in maniera sempre più forte il mecenatismo dell’Art Bonus come opportunità per cittadini, imprese ed enti non commerciali per dare valore alla cultura identitaria dei loro territori.

Chi può partecipare al concorso

I destinatari della competizione sono tutti i progetti Art Bonus la cui raccolta fondi si è chiusa tra il 1° gennaio 2022 e il 31 dicembre 2022, tenendo conto che la realizzazione finale dei lavori di restauro o di recupero non rappresenta un requisito di selezione.

Ogni ente potrà competere con un solo intervento, mentre per quanto il caso di più progetti propiziati dal medesimo beneficiario, la redazione di Art Bonus si riserva di selezionare un solo progetto da ammettere al concorso. I progetti saranno inseriti nella pagina del sito Art Bonus dedicata al concorso e saranno presentati attraverso immagini e descrizioni pubblicate dagli enti nella propria pagina di raccolta, incluso l’elenco dei mecenati non anonimi che hanno contribuito alla raccolta fondi.

Gli enti ammessi al concorso riceveranno comunicazione tramite mail dalla redazione di Art Bonus e avranno tempo fino al 20 gennaio per comunicare la loro eventuale decisione di non partecipare al concorso.

Le novità e le fasi del contest

L’edizione 2023 porta alcune importanti novità. La più interessante è rappresentata dalla doppia categoria di vincitori: per le due categorie “Beni e luoghi della cultura” e “Spettacolo” riceveranno infatti il premio i due progetti più votati. I finalisti saranno quindi 12 in tutto e ci saranno 2 vincitori assoluti.

Come per gli anni precedenti, le fasi di svolgimento della selezione saranno tre. Nella prima, quella eliminatoria, le votazioni si svolgeranno esclusivamente sulla piattaforma artbonus.gov.it dal 1° febbraio al 21 febbraio. In questa fase sarà possibile esprimere una sola preferenza per ciascun progetto in gara ma ogni utente potrà votare più progetti. I voti ricevuti da ciascun progetto saranno visibili in tempo reale sulla piattaforma.

Dal 21 febbraio al 14 marzo si svolgerà la seconda eliminatoria, dopo la quale resteranno in competizione sulla piattaforma i progetti che avranno ricevuto almeno 200 voti e che saranno poi suddivisi in due macrocategorie: “Beni e luoghi della cultura” e “Spettacolo”. I sei progetti di ciascuna categoria che risulteranno più votati alla data del 14 marzo accederanno alla fase Finale che si svolgerà solo sui canali Facebook e Instagram di Art Bonus.

Dal 15 al 30 marzo inizierà così la fase tre durante la quale i primi 12 progetti con il maggior numero di preferenze parteciperanno alle votazioni esclusivamente sui social, sfidandosi a suon di “likes” sui profili Facebook e Instagram. I 12 progetti finalisti avranno quindi 6 progetti per la categoria “Beni e luoghi della cultura” e 6 per la categoria “Spettacolo”. A questo punto i voti ottenuti da ciascun progetto sui social saranno aggiunti alle preferenze precedentemente ricevute sulla piattaforma Art Bonus e dalla somma di questi voti verrà determinato l’ordine finale delle due classifiche insieme ai due vincitori, uno per la categoria “Beni e luoghi della cultura” e uno per la categoria “Spettacolo”.

Premiazione e benefici per i vincitori

I vincitori saranno eletti sulla base del doppio voto ottenuto dalla piattaforma Art Bonus e dai due profili social. Per ciascuna delle due categorie vincerà il progetto che avrà ottenuto il maggior numero di voti sommando i diversi canali. L’organizzazione verificherà la sussistenza di tutti gli elementi necessari per l’assegnazione del premio, tra cui l’esistenza di almeno un mecenate non anonimo, che sia cioè in grado di ritirare il premio per la categoria “Mecenate”.

La premiazione avverrà il 15 aprile 2023 nel corso di un evento pubblico organizzato da Ales Spa in collaborazione con Ministero della Cultura e Promo Pa Fondazione. Il risultato sarà pubblicizzato sui canali istituzionali e sui profili social degli enti promotori coinvolti e il premio consisterà in un riconoscimento simbolico consegnato ai due vincitori assoluti, agli altri 10 finalisti e ai mecenati presenti alla cerimonia. Non è prevista alcuna erogazione di denaro. Inoltre, per dare valore al lavoro svolto dai 12 finalisti, sarà offerta loro la possibilità di partecipare a un laboratorio formativo sul tema della coprogettazione culturale che potrà svolgersi nell’ambito di LuBeC2023 o in modalità online.

 

 

Il regolamento nel dettaglio è disponibile sulla pagina del concorso.

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Wonderland
Come nasce un villaggio Alzheimer friendly
Il progetto Wonderland vuole creare in Campania una struttura per i malati di Alzheimer grazie al Contratto di Sviluppo Invitalia.…
Per una Capitale italiana dell’arte contemporanea
Si è aperta la call per designare la prima Capitale italiana dell’arte contemporanea per l’anno 2026. I Comuni, in forma…
I pregi della Valutazione di impatto sociale
Gli enti del non profit sono oggi alle prese con una trasformazione epocale che ne modificherà lentamente la fisionomia, soprattutto…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: