Skip to content Skip to footer

A Bologna è di scena l’intercooperazione di Cooding

L’evento in programma dal 29 al 30 settembre rappresenta il primo meeting internazionale dedicato alla crescita e alla diffusione della cooperazione digitale.

 

di Edmondo Giroud

 

Sta per cominciare a Bologna il primo evento dedicato alla relazione tra il movimento cooperativo e le nuove tecnologie digitali. Si tratta di Cooding, la due giorni di incontri che intende incoraggiare lo sviluppo dell’ecosistema digitale cooperativo attraverso la condivisione di progetti, esperienze e competenze, ma che è stata ideata soprattutto per promuovere modelli di cooperazione e mutualismo digitale nell’ambito dei big data, dell’intelligenza artificiale e delle piattaforme digitali.

Il grande tema dell’intercooperazione

L’impiego del digitale e delle nuove tecnologie nelle cooperative sociali è da tempo un tema molto dibattuto, dal momento che esistono alcuni gap di competenze da colmare e una certa ritrosia ad abbracciare con entusiasmo le nuove tecnologie, generando purtroppo uno scarto sempre più grande tra le opportunità offerte dalla rete e le esigenze sempre più urgenti del Terzo settore. Cooding intende allora offrire ai cooperatori e alle cooperatrici un’opportunità per studiare e discutere l’uso del digitale e delle nuove tecnologie in linea con i principi e i valori cooperativi. L’obiettivo dell’evento è riuscire a modificare questa diffidenza generale e innescare una crescita di competenze attraverso il confronto con realtà che hanno da tempo intrapreso questo percorso di digitalizzazione con esiti molto interessanti e di sicuro interesse per la grande platea delle realtà non profit.

Lo scambio di idee e di esperienze è quindi l’asset principale di Cooding, che innalza il principio dell’intercooperazione come uno dei valori chiave del movimento cooperativo, riuscendo a far matchare le indubbie esigenze di digitalizzazione delle cooperative con i servizi già resi disponibili da parte di alcune cooperative tecnologiche innovative.

Un’opportunità per fare evolvere il Terzo settore

L’evento porterà centinaia di esperti e rappresentanti di istituzioni e cooperative, provenienti da oltre 17 Paesi europei ed extraUe, a confrontarsi su progetti cooperativi, buone pratiche e opportunità di B2B e di networking. L’evento si svolgerà in presenza ma, per chi non potesse raggiungere Bologna, sarà comunque possibile seguire l’evento in streaming. I cooperatori, i ricercatori e gli studiosi da tutto il mondo interverranno, in presenza e online, per illustrare le proprie esperienze e per testimoniare come le nuove tecnologie, che sfruttano l’Ai, le piattaforme, i dati, la blockchain, possono aprire nuove prospettive imprenditoriali al movimento cooperativo e ai suoi protagonisti.

Cooding, che è l’acronimo di Cooperatives digital improvement & networking growth, intende quindi offrire a tutti i cooperatori un’opportunità per discutere quanto l’uso del digitale e delle nuove tecnologie sia in linea con i principi cooperativi ma soprattutto per iniziare a utilizzarle a proprio favore. Questo significa dare spazio alle nuove startup che stanno sperimentando le nuove tecnologie nel mondo cooperativo e sostenere la digitalizzazione delle cooperative esistenti, garantendone la competitività sul mercato.

Come partecipare all’evento

Cooding è promosso da Cecop (Confederazione europea delle cooperative di lavoro e di servizi), da Fondazione Pico (digital innovation hub di Legacoop Nazionale), da Fondazione Centro Studi Doc (centro di ricerca per l’innovazione nella cooperazione) e da Alma Vicoo (centro universitario per la cooperazione).

Chi desidera partecipare all’evento può registrarsi a questo link o prendere visione del programma della due giorni bolognese. L’appuntamento è per venerdì 29 e sabato 30 settembre presso lo Spazio DumBo in via Casarini 19 a Bologna.

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Privacy, croce e delizia della tutela pubblica
Il diritto della persona a mantenere il riserbo sull’essere vaccinata o sull’avere contratto l’infezione dovrebbe essere sorpassata, in situazioni di…
Aperto il bando per il sostegno del Terzo settore
Già dal 16 ottobre è possibile presentare domanda per accedere a finanziamenti di oltre 22,6 milioni destinati al Terzo settore.…
Youth in Action
La sostenibilità è alla ricerca di Youth in Action
Il concorso promosso da Fondazione Italiana Accenture intende coinvolgere i giovani under 30 nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: