Skip to content Skip to footer

Tutto pronto per il Bonus Fiera

Fiere

In arrivo il bonus per le imprese che partecipano a fiere internazionali organizzate in Italia. Le risorse a disposizione ammontano a 34 milioni di euro.

 

di Giorgio Pietanza

 

Il cosiddetto “Bonus fiera” è una delle piacevoli sorprese inserite nel Decreto Aiuti, da poco convertito in legge, e rappresenta un ottimo strumento concesso dal Governo alle imprese che intendono riprendere le presenze agli eventi fieristici di alto rilievo. Si tratta di un contributo che copre fino al 50% delle spese sostenute per la partecipazione agli eventi internazionali, per un ammontare massimo di 10mila euro ad azienda e una dotazione complessiva di 34 milioni di euro.

L’aiuto governativo arriva dopo un periodo di esplosiva riapertura degli eventi espositivi che hanno riportato serenità tra espositori e buyer. La pandemia ha infatti colpito molto duramente le fiere e il conseguente blocco dell’attività produttiva in tutti le filiere del Made in Italy ha avuto un fortissimo impatto sull’export e sullo scambio internazionale di beni.

Fiere insostituibili per l’internazionalizzazione

Come ha mostrato il recente report L’Italia delle fiere internazionali elaborato da Fondazione Fiera Milano e Confindustria in collaborazione con Comitato fiere industria, il ruolo delle fiere è importantissimo e ha un immediato impatto sugli scambi internazionali, dimostrando che gli eventi fieristici non possono avere validi sostituti per quanto riguarda gli aspetti cruciali del business, quali gli scambi interpersonali tra fornitori e la comprensione del valore dell’innovazione. Specie per le Pmi che rappresentano l’asse portante del sistema produttivo italiano nonché i maggiori sostenitori della bilancia commerciale del Paese.

Il rapido ritorno ai livelli precrisi delle principali fiere nazionali ha dimostrato quanto amate siano le manifestazioni espositive dalle aziende italiane, costrette per un certo periodo, con i quartieri fieristici chiusi, a optare per le fiere virtuali. Ma, come ha rilevato un’indagine condotta da Grs Research & Strategy su 1.200 espositori e 6.000 visitatori di 24 manifestazioni fieristiche italiane di livello internazionale, la partecipazione alle manifestazioni online è stata limitata e sia i buyer sia i visitatori hanno mostrato una soddisfazione piuttosto bassa. Il bonus va dunque a ricollocare le imprese nella giusta dimensione dell’internazionalizzazione e le sprona a investire.

I requisiti per accedere al bonus

Per richiedere il bonus basta avere sede operativa nel territorio italiano ed essere iscritti al Registro delle imprese della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura territorialmente competente. È inoltre necessario avere ottenuto l’autorizzazione a partecipare a una o più delle manifestazioni fieristiche internazionali e avere sostenuto o dover presto sostenere spese e investimenti per la partecipazione a una o più delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore. Ovviamente occorre non essere sottoposti a procedura concorsuale, trovarsi in stato di liquidazione, fallimento, concordato preventivo o essere destinatario di sanzioni interdittive.

Un ampio calendario di eventi

Sono moltissimi gli eventi fieristici per i quali è possibile beneficiare del contributo di 10mila euro. Si tratta di tutte manifestazioni espositive raccolte nel calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e che interessano diversi settori.

Il bonus per la partecipazione a fiere internazionali viene rilasciato dal ministero dello Sviluppo Economico secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. Queste ultime dovranno essere presentate per via telematica sulla piattaforma dedicata insieme a un indirizzo di posta elettronica certificata e le coordinate bancarie dell’impresa. Il voucher sarà infatti accreditato direttamente sull’Iban delle aziende richiedenti entro il 31 dicembre 2022.

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Torna Bi-Rex, il bando che premia l’innovazione industriale
C’è tempo fino al 30 agosto per partecipare al bando Bi-Rex per lo sviluppo di progetti innovativi nell’ambito dell’automazione industriale…
Dal Pnrr un grande aiuto al turismo
Ci sono importanti novità sul versante dei fondi stanziati dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per l’ammodernamento dell’industria turistica.
Lotteria filantropica
La Lotteria Filantropica sta per partire
Dal 1° febbraio sarà finalmente possibile acquistare i biglietti della Lotteria Filantropica, il nuovo strumento finanziario che permetterà a enti…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: