Skip to content Skip to footer

Serics, il grande bando che sostiene la cybersecurity

C’è tempo fino alla fine di febbraio per partecipare al bando a cascata del Pnrr dedicato ai progetti di ricerca contro gli attacchi informatici.

 

di Giuseppe Strangolo

 

Chiuderà il 29 febbraio lo sportello dello spoke Risk management and governance che intende contribuire alla sicurezza e alla resilienza informatica dei futuri servizi digitali sempre più interconnessi tra loro. Il bando fa parte dell’ampio programma Serics, il progetto di partenariato esteso varato a gennaio 2023 nell’ambito della missione 4 del Pnrr e relativo agli interventi di “Cybersecurity, nuove tecnologie e tutela dei diritti” (componente 2, linea 7).

Dieci spoke dedicati alla cybersecurity

Il programma Serics (Security and rights in the cyberspace) è un grande progetto di partenariato esteso tra enti eterogenei e interdisciplinari come università pubbliche, istituzioni universitarie, fondazioni, centri di ricerca e grandi aziende di interesse nazionale. La forte aggregazione di questi enti permetterà di sviluppare iniziative di ricerca sulla sicurezza informatica che ruoteranno intorno alla Fondazione Serics, nata come soggetto attuatore del progetto, e grazie all’articolazione di 10 specifici spoke di ricerca distribuiti su atenei presenti in tutto il territorio nazionale. Il programma è nato grazie anche allo stimolo organizzativo del Cybersecurity National Lab, l’ente che coordina una rete di 59 nodi dislocati presso le principali università del Paese, istituti di ricerca e accademie militari, connettendo globalmente oltre 800 tra docenti e ricercatori su tutto il territorio nazionale. Lo spoke 8, relativo al “Risk management and government”, ha come obiettivo l’adozione di un approccio alla cybersicurezza basato sul rischio che deve includere anche la resilienza, la privacy, la sicurezza delle organizzazioni, delle industrie, delle infrastrutture critiche e delle relative filiere.

Beneficiari e risorse a disposizione

Lo spoke 8 è gestito dall’Università di Bologna ed è composto da 10 topic sulla cybersicurezza differenziati sia per dotazione finanziaria sia per destinazione macroregionale (nord, centro, sud Italia). I 10 diversi topic sono consultabili, nella loro interezza, sulla pagina del bando. Ciascun proponente, a seconda della collocazione territoriale, potrà presentare più di una domanda di finanziamento, ciascuna a valere su uno specifico topic. Possono presentare domanda di finanziamento le università statali e le università non statali riconosciute, purché siano soggetti esterni al partenariato Serics. Non sono ammessi progetti in collaborazione, mentre i soggetti ammissibili possono presentare più di una domanda di finanziamento, ciascuna riferita a uno specifico topic del bando. Sono considerate ammissibili le attività di progetto di ricerca fondamentale.

Risorse a disposizione e spese ammissibili

La dotazione finanziaria del bando è pari a 4 milioni di euro, con il 47,5% del totale destinato alle Regioni del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) per un ammontare di 2,1 milioni di euro, mentre i restanti 1,9 milioni di euro sono per i soggetti localizzati nelle Regioni del nord/centro Italia. La durata di realizzazione di ogni progetto non potrà essere superiore a 15 mesi a decorrere dalla concessione dell’agevolazione, mentre le attività dovranno essere concluse entro e non oltre i 90 giorni precedenti la conclusione del programma Serics, ovvero fino al 31 dicembre 2025.

Per quanto riguarda le spese ammissibili, i soggetti potranno beneficiare di finanziamenti per retribuire il personale specificamente destinato a realizzare il progetto, per i costi di materiali, attrezzature e licenze direttamente imputabili all’attività, per i costi dovuti a servizi di consulenza specialistica, purché essenziali per l’attuazione del programma Serics, per i costi indiretti determinati forfettariamente e pari al 15% dei costi diretti ammissibili per il personale, e per altre tipologie di spese strettamente connesse all’esecuzione del progetto, che potranno essere oggetto di valutazione preventiva da parte del ministero dell’Università e della ricerca.

Come presentare la domanda

Il testo del bando, gli allegati e la modulistica sono reperibili sul portale “Bandi” dell’Ateneo di Bologna all’indirizzo https://bandi.unibo.it/PnrrBacSerics e all’indirizzo https://serics.eu/bandi-a-cascata/.

La richiesta di finanziamento può essere presentata entro le ore 12:00 del 29 febbraio esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo scriviunibo@pec.unibo.it.

 

 

 

 

 

 

 

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni