Skip to content Skip to footer

Un premio all’eccellenza della mutualità italiana

Il Premio Mutualità mette in palio un sostegno finanziario di 100mila euro per la realizzazione di un progetto di natura mutualistica. Chiusura bando fissata al 5 aprile.

 

di Diego Pietanza

 

È partita la seconda edizione del Premio Mutualità, la call nazionale che si rivolge a fondazioni, mutue, associazioni, cooperative e imprese sociali mettendo a disposizione un sostanzioso aiuto economico per la realizzazione di un progetto innovativo nell’ambito della mutualità.

L’iniziativa è promossa da Reale Mutua e Itas Mutua, le due principali assicurazioni italiane di natura mutualistica, e intende sensibilizzare l’opinione pubblica sull’efficacia della mutualità come modello socialmente sostenibile, valorizzando l’operato delle organizzazioni attive sul territorio e la loro capacità di innovare e generare valore.

L’origine dell’iniziativa

Il Premio Mutualità nasce nel 2023 dall’esigenza di valorizzare il significato, l’agire e l’efficacia del modello mutualistico nei diversi territori italiani, un fenomeno antico e fortemente radicato nella comunità locale. La mutualità si basa infatti sui principi di solidarietà e democraticità. I membri di una comunità si uniscono per aiutarsi a vicenda a coprire bisogni e rischi, e quando uno di questi subisce una perdita, gli altri contribuiscono alla sua compensazione.

La prima edizione ha visto la candidatura di 69 progetti provenienti da tutta Italia e ha premiato quell’iniziativa che più delle altre è stata in grado di coniugare lo spirito di mutualità e la tensione all’innovazione nell’ottica dell’economia sociale e della sostenibilità. Anche nell’edizione 2024 l’obiettivo sarà sostenere il progetto ritenuto maggiormente innovativo nell’ambito della mutualità offrendo strumenti necessari a fronteggiare le sfide poste dall’odierno contesto storico e sostenere le buone prassi per la crescita dell’economia sociale.

Beneficiari e natura dei progetti

Possono partecipare al Premio Mutualità tutti gli enti che svolgono la propria attività nell’ambito dell’economia sociale e hanno sede su territorio nazionale, come ad esempio fondazioni, mutue, associazioni, cooperative e imprese sociali. Nel caso delle fondazioni, possono partecipare esclusivamente quelle che abbiano conseguito ricavi inferiori o uguali a 500mila euro. Sono candidabili tutti quei progetti che si dimostrano capaci di rispondere a un bisogno o a una necessità della collettività esprimendo i valori tipici della mutualità. I progetti dovranno essere misurabili, replicabili e sostenibili, oltre a essere in grado di valorizzare la relazione con gli stakeholder e riuscire a essere innovativi. Per “Progetto innovativo” si intende un progetto da attivare entro 12 mesi dalla data di proclamazione del vincitore e aggiudicazione del premio e che sia in grado di individuare soluzioni o servizi innovativi rispetto a una tematica, un servizio o un modello esistente, oltre a essere caratterizzato da un approccio mutualistico negli scopi o nel modello organizzativo, e dunque effettivamente replicabile, adottabile e applicabile. Possono essere candidate al premio tutte le iniziative che abbiano ricadute positive sul contesto sociale, ma anche ambientale, e che dimostrino di avere un modello di business sostenibile, affidabile e credibile, in linea con i valori della mutualità, nonché che siano innovativi e rilevanti da un punto di vista strategico.

È inoltre possibile candidare un progetto che necessita di budget superiore a 100mila euro purché, in caso di aggiudicazione del premio, la proposta venga comunque realizzata entro 12 mesi dalla data della proclamazione.

Fasi del premio e modalità di partecipazione

Il soggetto vincitore beneficerà di un sostegno finanziario di 100mila euro e la scelta del progetto meritevole del premio avverrà in due fasi di selezione. Dapprima i progetti verranno preselezionati sulla base dei requisiti formali e successivamente sottoposti a una commissione di valutazione. Una volta definiti i migliori progetti, a ognuno verrà attribuito un punteggio di merito ai fini della redazione dell’elenco dei progetti finalisti. Ottenuta una graduatoria finale, verrà quindi selezionato il progetto vincitore del premio.

Gli enti interessati possono presentare la propria candidatura sulla pagina dedicata del sito del premio entro le ore 23:59 del 5 aprile. Le sessioni di valutazione dei progetti avverranno nel periodo dal 16 aprile al 10 maggio, mentre la cerimonia di premiazione si terrà a Roma il 16 maggio.

Per tutte le informazioni dettagliate e la modalità di partecipazione, si rimanda al sito del concorso www.premiomutualita.it.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni