Skip to content Skip to footer

InnovaCultura, nuova fucina di attività creative

Il nuovo bando intende contribuire alla crescita del settore culturale e creativo, comparto chiave per lo sviluppo sociale ed economico del territorio lombardo e del Paese. Chiusura candidature il 4 settembre.

 

di Edmondo Giroud

 

Frutto di un accordo tra Regione Lombardia, Fondazione Cariplo, Unioncamere Lombardia e Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore, il programma InnovaCultura rappresenta un percorso di lunga gittata che ha l’obiettivo di sostenere istituti e luoghi della cultura per favorire nuove competenze e un ripensamento delle attività sul territorio lombardo da sviluppare in chiave innovativa grazie all’avvio di partenariati con imprese attive nel settore culturale e creativo.

InnovaCultura estende la precedente esperienza di InnovaMusei allargandola a una più ampia platea di soggetti e operatori culturali che spaziano dalle biblioteche e i sistemi bibliotecari e archivistici, passando per i siti Unesco, le aree archeologiche e i complessi monumentali non statali, fino a toccare gli ecomusei, le raccolte e i sistemi museali riconosciuti.

Gli obiettivi di InnovaCultura

Il bando InnovaCultura si pone l’obiettivo generale di supportare i luoghi di cultura nel percorso di ripensamento delle proprie attività e del proprio funzionamento, sostenendo parallelamente il mondo della Pmi culturale e creativa. In questa prima edizione il programma presterà particolare attenzione a diversi luoghi della cultura e al rilancio del loro ruolo nella formazione e nella trasmissione delle identità collettive, favorendo così la coesione sociale. Le proposte scaturite da questa iniziativa produrranno nuovi paradigmi e nuovi sistemi sperimentali per progettare, produrre, distribuire e promuovere la cultura. L’intento è generare un’innovazione utile, sostenibile e replicabile che permetterà un ripensamento del modello operativo dei luoghi della cultura e un affinamento dell’offerta delle imprese culturali e creative sul territorio regionale e nazionale.

Le aree di interesse

I progetti che parteciperanno al bando dovranno presentare soluzioni innovative e nuove tecnologie abilitanti per la fruizione dei beni culturali in chiave interattiva, esperienziale e multisensoriale. Ma potranno anche offrire strumenti e soluzioni tecnologiche per facilitare la catalogazione, la digitalizzazione delle collezioni culturali, consentendo una gestione più efficiente e accurata dei beni culturali. Saranno selezionati anche quei progetti che prevedono lo sviluppo di strumenti e servizi in grado di favorire l’inclusione e l’accessibilità dei visitatori vulnerabili e dei soggetti deboli ai luoghi della cultura. Particolare attenzione sarà data, in fase di valutazione, anche a quelle proposte che permetteranno di promuovere il coinvolgimento attivo della comunità locale e delle scuole nel processo di creazione, cura e fruizione dei beni culturali. Saranno valutati positivamente gli strumenti e le soluzioni con approccio omnichannel per la diversificazione e l’efficientamento dei canali di promozione, di marketing e di vendita dei luoghi della cultura e le soluzioni per l’efficientamento della gestione amministrativa, operativa e del personale, in grado di integrarsi nelle infrastrutture dei luoghi della cultura esistenti.

La dotazione finanziaria

Regione Lombardia metterà a disposizione 6 milioni di euro a valere sul programma regionale Fesr 2021-2027 per finanziare le imprese culturali e creative che svilupperanno progetti culturali innovativi, in partenariato con istituti e luoghi della cultura lombardi. Il bando sarà gestito da Unioncamere Lombardia in qualità di organismo intermedio, mentre le altre risorse arriveranno da Fondazione Cariplo, che impegnerà 800mila euro, dei quali 500mila per l’attivazione di un percorso di rafforzamento delle migliori imprese culturali e creative del territorio lombardo e 300mila euro per investimenti realizzati con il coinvolgimento della Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore, che si riserva di individuare le imprese culturali e creative più promettenti nelle quali investire fino a un massimo complessivo di 280mila euro. Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore avrà in questo modo la facoltà di acquisire una quota del capitale sociale delle imprese culturali e creative selezionate.

Fasi e tempistiche del bando

Il programma si articolerà in diverse fasi. La prima è rappresentata dalla raccolta delle candidature e si concluderà il 4 settembre, dopodiché si avvierà la valutazione delle candidature entro il 3 ottobre. Saranno selezionate fino a un massimo di 25 imprese culturali e creative che prenderanno parte al programma di empowerment tra il mese di ottobre e quello di dicembre. In questa fase ogni impresa culturale e creativa selezionata prenderà parte a un percorso sviluppato da esperti provenienti da Cariplo Factory e dai partner da questa individuati. Il percorso alternerà sessioni di formazione frontale, giornate di revisione, momenti di tutoraggio ad hoc e testimonianze rilevanti per lo sviluppo del prodotto/servizio.

Il giorno 18 gennaio 2024 le imprese che avranno concluso il programma potranno presentare il proprio il prodotto o servizio offerto durante  l’evento Match-Making Day di fronte a una platea di potenziali partner rappresentata dai luoghi della cultura aderenti, con lo scopo di generare reciproche opportunità di sviluppo che si potranno concretizzare con la realizzazione di progetti “pilota” di collaborazione.

Criteri di valutazione e modalità di iscrizione al bando

I progetti saranno valutati secondo alcuni criteri fondamentali, a cominciare dal soddisfacimento di un bisogno o una necessità, dall’innovatività della soluzione, passando per la fattibilità tecnica e la sostenibilità economica fino alle competenze del team e la scalabilità e replicabilità della soluzione.

Per partecipare alla call è necessario presentare la propria candidatura attraverso la compilazione dell’application form raggiungibile al link https://www.f6s.com/innovacultura/apply.

Il termine ultimo per la presentazione della Candidatura è fissato alle ore 23:59 del 4 settembre.

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Seconda edizione del Laboratorio Invitalia per l’imprenditorialità
C’è tempo fino al 1° luglio per partecipare all’iniziativa che sostiene l’imprenditorialità degli studenti universitari nell’ambito della digital economy. di…
Responsabilità sociale d'impresa
Report semplificato per l’attestazione Csr
Viene dalla Camera di Commercio di Como e Lecco il primo esempio di rapporto semplificato per ottenere l’attestazione di Responsabilità…
Digital Europe: pubblicati i nuovi inviti a presentare proposte
Parte il 29 febbraio la nuova tornata di bandi Digital Europe, il programma di finanziamento europeo che ha l’obiettivo di…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: