Skip to content Skip to footer

Inclusione e coesione con “Sport e periferie 2023”

Il nuovo bando intende promuovere la presenza di impianti sportivi destinati all’attività agonistica nelle aree più svantaggiate del Paese. Scadenza 10 ottobre.

 

di Roberto Antiseri

 

Il Dipartimento per lo Sport ha lanciato il bando Sport e Periferie 2023 per promuovere lo sviluppo di infrastrutture sportive e favorire l’inclusione sociale, il benessere e la coesione delle comunità locali. L’obiettivo dell’intervento di sostegno è quello di ridurre i fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, migliorare la qualità urbana e la riqualificazione del tessuto sociale, nonché incrementare la sicurezza urbana, anche attraverso la promozione di attività sportiva, e diffondere la cultura del rispetto e della giustizia sociale.

Budget e ambiti di intervento

Il bando si rivolge a tutti i Comuni italiani con popolazione fino a 100mila abitanti e permetterà di rigenerare o creare nuovi impianti di proprietà nel territorio del Comune proponente. Alla realizzazione dei progetti è destinato un finanziamento complessivo pari a 75 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo Sport e Periferie per l’anno 2023, che potranno essere integrate con ulteriori risorse eventualmente disponibili nel corso dell’anno. In nessun caso il progetto potrà prevedere altri finanziamenti o benefici economici di carattere europeo, nazionale, regionale e locale.

L’intervento è volto alla diffusione in aree svantaggiate o nelle periferie urbane di attrezzature sportive necessarie per l’allestimento di strutture e impianti, con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali ivi esistenti.

Risorse e progetti ammessi

La richiesta di contributo a carico del Fondo Sport e Periferie non potrà essere superiore a 700mila euro per ciascun intervento e dovrà essere integrata per la quota di cofinanziamento in funzione della popolazione residente secondo precise indicazioni del Dipartimento per lo Sport. Le risorse finanziarie sono assegnate ai progetti ritenuti validi e ammissibili sulla base dell’ordine cronologico di presentazione secondo la procedura a sportello.

Le proposte progettuali dovranno essere finalizzate alla realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi con destinazione all’attività agonistica, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese. I progetti potranno riguardare anche il completamento e l’adeguamento di impianti sportivi già esistenti con destinazione all’attività agonistica nazionale e internazionale.

Requisiti minimi di ammissione

Le proposte di intervento saranno ritenute ammissibili in presenza di alcuni requisiti fondamentali quali il livello minimo di fattibilità tecnico-economico corredato del parere Coni, qualora fosse necessario, e da tutti i relativi pareri e verifiche previste dal d.lgs. 36/2023. Il Comune non deve inoltre aver già beneficiato, direttamente o indirettamente, di precedenti finanziamenti a valere sul Fondo Sport e Periferie in relazione agli anni 2020 e 2022. Per quanto riguarda gli avvisi pubblicati prima del 2020, il Comune potrà partecipare al bando a condizione che l’intervento finanziato sia stato compiutamente realizzato e ne sia in corso la fruizione da parte degli utenti.

Il Comune richiedente non deve infine essere in dissesto finanziario, essere sottoposto a commissariamento o trovarsi nelle condizioni di non poter garantire l’assolvimento delle funzioni e dei servizi indispensabili.

Presentazione delle domande

La domanda di assegnazione del finanziamento deve essere compilata sulla piattaforma informatica raggiungibile all’indirizzo https://avvisibandi.sport.governo.it/bandi. Ogni proposta progettuale dovrà essere corredata da informazioni dettagliate rispetto alle discipline sportive praticabili nell’impianto tra quelle riconosciute dal Coni e dal Cip (Comitato Italiano Paralimpico). Le discipline praticate a livello agonistico dovranno essere certificate tramite trasmissione di appositi documenti che rilevano l’effettiva iscrizione allo svolgimento di tornei, campionati ecc. In caso di realizzazione di nuovo impianto sportivo, il Comune dovrà dichiarare che l’impianto verrà gestito da una Asd/Ssd, che necessariamente svolga attività agonistica. Il progetto presentato dovrà indicare precisamente l’importo lavori comprensivo degli oneri della sicurezza e l’importo delle somme relative alla progettazione, all’Iva e agli ulteriori oneri che non rientrano nel quadro economico principale dell’intervento, insieme alle varie certificazioni e autocertificazioni della integrità amministrativa dei Comuni.

La presentazione delle domande potrà essere effettuata fino alle ore 12:00 del 10 ottobre.

 

Per maggiori informazioni consultare il regolamento del bando.

 

 

 

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Il futuro riqualificato è a portata di mano
Sta per concludersi il bando di Bper Banca per il sostegno a progetti di riqualificazione di spazi urbani minacciati dal…
La sacralità del cibo secondo Massimo Bottura
Il Refettorio Ambrosiano e i suoi dodici locali sparsi per il mondo hanno saputo riunire con bellezza e successo l’alta…
Fornire più sostegno alle RigenerAzioni urbane
Fondazione Cariverona lancia il bando RigenerAzioni che mette a disposizione 2 milioni di euro per sostenere progetti di rigenerazione urbana…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: