Skip to content Skip to footer

Drg4Food, per un sistema alimentare trasparente e sicuro

L’iniziativa mira a creare soluzioni digitali volte a rafforzare l’integrità, la trasparenza e la fiducia nel sistema alimentare europeo. Bando aperto fino al 21 giugno.

di Edmondo Giroud

 

Giunge alla seconda edizione Drg4Food, il bando finanziato da Horizon Europe che intende sviluppare una serie di soluzioni digitali innovative per rafforzare la fiducia, la trasparenza e la responsabilità nel sistema alimentare europeo. L’obiettivo è quello di consentire la sperimentazione di iniziative basate sui dati digitali nelle aree chiave del settore alimentare, vale a dire il monitoraggio degli alimenti, la nutrizione mirata e le scelte alimentari dei consumatori.

Il programma Drg4Food

Il cuore del grande progetto europeo Drg4Food riguarda la possibilità di garantire la sicurezza alimentare, la sostenibilità e la riduzione degli sprechi alimentari preparando tutto il comparto agrifood alle nuove sfide del mercato, il tutto rimanendo allineati agli obiettivi e ai principi della responsabilità digitale. Questo insieme di spinte all’innovazione comprende bandi aperti ben strutturati insieme a un programma di finanziamento focalizzato sulla sperimentazione di soluzioni scientificamente e tecnologicamente avanzate in precisi ambiti che facciano da guida alla creazione di sistemi alimentari sostenibili. Attualmente, gli sviluppi software, e in particolare dati, tracciamento, intelligence e approfondimenti, soddisfano principalmente le esigenze di aziende e autorità ma assai meno l’equità, la fiducia e i diritti degli utenti. Questo squilibrio rischia di generare una crescente mancanza di fiducia all’interno dei mercati. Per affrontare questo problema, il consorzio Drg4Food punta alla diffusione di una migliore conoscenza dei sette Obiettivi di responsabilità digitale (Drg) presso il grande pubblico delle comunità e delle aziende sostenendo una prospettiva più incentrata sull’uomo e creando una roadmap fatta di abilitazioni tecnologiche, dimostrazioni di soluzioni e finanziamenti strutturati con bandi aperti per guidare e supportare le realtà coinvolte.

A chi si rivolge la call

Il bando Drg4Food mira a sostenere progetti sviluppati da un consorzio composto più partner e si rivolge alle micro, piccole e medie imprese, comprese le startup, che sviluppano soluzioni basate sui dati nei settori del monitoraggio degli alimenti, della nutrizione mirata e delle scelte alimentari dei consumatori. Ma si rivolge anche alle organizzazioni di ricerca e tecnologia, alle università, alle Ong, alle associazioni di consumatori e ad altre organizzazioni di ricerca senza scopo di lucro che lavorano per far avanzare lo stato dell’arte su alcune sfide quali apertura, centralità dell’utente, sovranità e fiducia. Insieme, queste realtà devono riuscire a coinvolgere gli utenti e contribuire al compito di promuovere la trasformazione digitale e l’innovazione basata sui dati, con particolare attenzione ai diritti dei dati e agli obiettivi di responsabilità digitale. Fine che si ottiene attraverso cicli di ricerca volti a identificare e poi coltivare le soluzioni più promettenti.

Le partnership previste e il budget a disposizione

L’invito è quindi aperto a consorzi multidisciplinari composti da due o tre partner provenienti da almeno due Paesi diversi, di cui uno tassativamente proveniente da uno stato membro dell’Ue. Il bando impone che i singoli consorzi dimostrino la capacità di sviluppare soluzioni basate sui dati in linea con gli obiettivi di responsabilità digitale e coinvolgano attivamente gli utenti finali nella definizione dei requisiti tecnici e nel miglioramento delle attività dei progetti pilota. La dotazione finanziaria della call ammonta a 973mila euro complessivi, mentre il budget per singola sperimentazione può variare da 150mila a 300mila euro e il sostegno finanziario è suddiviso tra sovvenzioni iniziali e avanzate, tenendo conto di criteri di valutazione quali l’eccellenza e l’innovazione tecnologica, la responsabilità dei dati, la trasparenza e l’allineamento con i Drg, la fattibilità aziendale, la scalabilità del progetto, il suo impatto, le oggettive capacità del consorzio, le qualifiche del team e l’allocazione delle risorse. In ogni caso le proposte devono soddisfare dei criteri specifici rispetto al livello di preparazione tecnologica (Technology readiness level). Al momento della presentazione del progetto, il livello Trl dovrebbe partire da un minimo di 3 o 4, mentre la tecnologia proposta dovrebbe avere il potenziale per avanzare fino a Trl 7.

Articolazione e durata del programma

Il programma Drg4Food dura da 9 a 12 mesi ed è realizzato in forma ibrida combinando attività in loco con sessioni online. Il percorso di accompagnamento è personalizzato per ciascun progetto e prevede lezioni frontali, workshop, tutoraggio customizzato di esperti e coaching di gruppo. A ogni progetto pilota viene assegnato un mentore per essere guidato attraverso il programma, per riuscire a fissare obiettivi e per monitorare i progressi fatti. Il percorso è strutturato in “sprint” che coprono cinque aree chiave, ossia i diritti sui dati e la responsabilità digitale per il settore alimentare, lo sviluppo del prodotto e la progettazione del servizio, lo sviluppo del business e la cooperazione con i partner, la raccolta fondi, e infine le competenze trasversali e gli eventi.

Come partecipare alle selezioni per Drg4Food

Fino alle ore 17:00 del 21 giugno è possibile fare richiesta di partecipazione alla call tramite il form di iscrizione presente al link https://www.f6s.com/drg4food-open-call-2. Per comprendere nel dettaglio i requisiti richiesti per partecipare alla call, è possibile scaricare il testo ufficiale del bando a questo link https://drg4food.eu/wp-content/uploads/2024/04/DRG4Food-Open-Call-2-Annex-A-Guidelines-for-Applicants-vfin.pdf.

 

 

 

SCOPRI ALTRI ARTICOLI IN EVIDENZA

Nuovi orizzonti

Festival Fundraising 2022
Torna il Festival del Fundraising
Dal 6 all'8 giugno si terrà a Riccione il più grande appuntamento italiano dedicato al fundraising. Un confronto diretto e…
Stecca
Segui la quarta e ultima diretta streaming sul Cultura Crea 2.0
Prosegue il ciclo di incontri sulle risorse dell’incentivo Cultura Crea 2.0, a tutt’oggi ancora disponibili per 50 milioni di euro.…
Galleria dell’Accademia: un museo a prova di futuro
Gli importanti lavori svolti in questi anni hanno migliorato sensibilmente uno dei musei più visitati in Italia. Merito di Cecilie…

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: