Skip to content Skip to footer

Alleanze educative: un grande tesoro nascosto

Con una dotazione finanziaria di 150mila euro, la Generas Foundation lancia il bando AlleanzaEducativa, un’iniziativa di sostegno alle organizzazioni non profit impegnate nell’ambito degli interventi socioeducativi.

 

di Franco Genovese

 

La Fondazione familiare Generas Foundation Onlus è un ente del Terzo settore che sostiene missioni di utilità sociale, senza scopo di lucro, in maniera autonoma, apolitica e aconfessionale su tutto il territorio nazionale. Con questa call la fondazione si propone di sollecitare una sana e intensa collaborazione tra gli attori coinvolti sul territorio stimolando nuove alleanze in cui l’educazione non viene affidata unicamente agli specialisti ma estesa a più soggetti protagonisti.

L’importanza dei Patti educativi di comunità

In Italia la fortunata formula delle comunità educanti e delle alleanze educative sta prendendo sempre più piede grazie alla convincente azione congiunta di scuole, autorità locali, enti pubblici, privati e Terzo settore, tesi a coinvolgere intere comunità locali in un progetto educativo multidisciplinare, creando così un forte legame con il territorio.

Proprio in quest’ottica in Italia sono stati introdotti i Patti educativi di comunità con il Piano scuola 2020-21. Si tratta di iniziative composite e molto promettenti che stanno iniziando oggi a dare i primi frutti, soprattutto sul fronte del contrasto all’abbandono scolastico e su quello della cosiddetta “povertà educativa”. Un fenomeno che preoccupa molto le istituzioni e che coinvolge i minori che, pur completando il percorso di istruzione, non raggiungono il livello di competenze minime necessarie per entrare nella vita adulta con tutte le skill necessarie.

Gli obiettivi del bando AlleanzaEducativa

Il bando AlleanzaEducativa è un’iniziativa che rientra nel progetto Edunauta di Generas Foundation e intende premiare le organizzazioni non profit italiane che si stanno impegnando sul fronte comunitario sull’educazione. Il bando si propone quindi di sostenere le organizzazioni i cui interventi coinvolgono in prima persona sia le figure educative, vale a dire genitori, docenti, educatori, formatori ecc., sia i minori. La dotazione finanziaria della call è pari a 150mila euro e prevede l’assegnazione di un sostegno di 10mila euro a ogni ente organizzato in partenariato e in grado di promuovere una sana corresponsabilità formativa mettendo al centro il rafforzamento di tutta la comunità educante.

Gli obiettivi primari sono quelli di sostenere la trasformazione culturale già in corso in ambito educativo e rafforzare l’operatività delle alleanze educative già esistenti ma che presentano criticità. Oppure di crearne di nuove con il coinvolgimento degli attori locali. Il bando intende inoltre stimolare la costruzione di network di piccole e medie realtà che lavorano per un’educazione più collaborativa e inclusiva.

Per finire, un altro importante intento della nuova call riguarda il fatto che il non profit italiano nasconde una fecondità davvero paradossale essendo denso di iniziative in campo educativo, con decine e decine di sperimentazioni, innovazioni e buone pratiche che non sono mai state riportate a repertorio. Il compito di questa call è quindi anche quello di fare emergere queste testimonianze in tutta la loro ricchezza.

Tempistiche e procedure della call

Le iniziative proposte dagli enti non profit devono essere presentate in forma di progetto da partnership costituite da almeno due soggetti che assumeranno un ruolo attivo nella coprogettazione e nell’implementazione della proposta. Ogni partnership individua un soggetto capofila che coordinerà i rapporti di tutti i partner con Generas Foundation, soprattutto in termini di rendicontazione. Saranno quindi valutate positivamente le partnership eterogenee e complementari.

La presentazione delle candidature dovrà avvenire entro il 15 marzo esclusivamente attraverso il sito di Edunauta, a cui seguirà un secondo step, con scadenza il 31 maggio, relativo alla compilazione delle sezioni riguardanti il partenariato e l’eventuale rete creata o da creare sul territorio. Una commissione composta da esperti del settore valuterà le iniziative presentate e fornirà una graduatoria che verrà pubblicata sul sito di Generas Foundation entro il 30 ottobre. La commissione selezionerà fino a un massimo di 15 progetti finali con il punteggio più alto e che potranno beneficiare di un contributo economico di 10mila euro.

I progetti destinatari del contributo dovranno essere tuttavia avviati entro il 30 aprile 2024 ed essere conclusi entro il 31 dicembre dello stesso anno.

 

 

Tutte le informazioni per registrarsi al bando sono accessibili alla pagina dedicata del sito di Edunauta.

La call AlleanzaEducativa sarà presentata via zoom il giorno 15 febbraio alle ore 15.00 accedendo tramite questo link.

 

 

 

 

 

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni