Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Piani di welfare aziendale per la conciliazione vitalavoro

Area geografica:
Toscana
Scadenza:
Fino esaurimento fondi
Tipo agevolazione:
80% Contributo a fondo perduto
Settore attività:
Tutti
Beneficiari:
Micro Impresa, Media Impresa, Grande Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
0 €
Conciliare al meglio la vita personale con la vita professionale, con i tempi del proprio lavoro. Promuovere l’adozione di modalità di lavoro flessibili e misure di welfare di conciliazione vita-lavoro al fine di sostenere la partecipazione delle donne al mondo del lavoro e agevolare la corresponsabilità nei compiti di cura.

1) Finanziamento di attività di analisi per rilevare i fabbisogni di conciliazione della popolazione aziendale, la definizione, l’adozione ed il monitoraggio del Piano di welfare di conciliazione (almeno annuale). Potranno essere previste anche azioni formative, di consulenza o di accompagnamento negli ambiti della gestione dei processi di innovazione organizzativa, del welfare management, etc. destinate alle figure apicali della struttura e finalizzate a supportare strategie e interventi innovativi che vanno nella direzione della conciliazione, della parità e dell’inclusione.

2) Finanziata l’attuazione delle misure di conciliazione previste dal Piano che potranno consistere in
– flessibilità oraria e organizzativa
– attivazione di servizi
• cost saving, ovvero welfare di conciliazione per la cura o l’assistenza ad anziani o familiari non autosufficienti o per l’educazione e istruzione dei figli;
• time saving, a supporto dell’organizzazione familiare (es: disbrigo pratiche amministrative, operazioni bancarie, pagamento bollette, spesa pronta con consegna in azienda, servizio lavanderia/stireria, servizi di pulizia, altri servizi assimilati).

3) Costituzione della rete di welfare, attestata dalla sottoscrizione di un accordo, un protocollo, o un contratto di rete sottoscritto dai diversi operatori economici ed eventuali soggetti terzi, è finalizzata all’attivazione di nuovi servizi di conciliazione condivisi e può concretizzarsi nell’acquisto, produzione o gestione di servizi di interesse comune. Saranno finanziate le attività

4) Finanzia la redazione di un Piano strategico aziendale, volto a favorire lo sviluppo di un ambiente di lavoro inclusivo e che preveda valori aziendali coerenti con una cultura inclusiva.

Ciascun progetto dovrà necessariamente prevedere lo sviluppo di almeno le prime due azioni, ovvero la definizione del Piano di welfare di conciliazione e attuazione delle misure previste dal Piano.

L’importo del contributo che può essere concesso a ciascun progetto è massimo 25 mila euro di cui a titolo indicativo almeno l’80% destinato alle azioni 1) e 2).

Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Contributi del fondo europeo di sviluppo regionale (fesr) 20212027 per l'innovazione dei processi produttivi delle pmi

I progetti proposti devono consistere: ▪ nella trasformazione di un processo produttivo esistente e/o ▪ nell’introduzione di un nuovo processo...

Bando voucher internazionalizzazione – anno 2024

Possono presentare domanda di Voucher le imprese in possesso dei seguenti requisiti: siano Micro o Piccole o Medie imprese come...

Evado a lavorare

La Fondazione, ritenendo il lavoro componente fondamentale del processo rieducativo, sosterrà progetti sperimentali a carattere multidimensionale e sistemico finalizzate a...

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: