Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Supporto alla realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo sperimentale per le imprese aggregate ai poli di ricerca ed innovazione

Area geografica:
Liguria
Scadenza:
21 Luglio 2023
Tipo agevolazione:
70% Contributo a fondo perduto
Settore attività:
ATTIVITÀ PROFESSIONALI; SCIENTIFICHE E TECNICHE
Beneficiari:
Media Impresa, Grande Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
25.000.000 €
Principale obiettivo è quello di indirizzare gli sforzi della ricerca industriale, dello sviluppo sperimentale e del trasferimento tecnologico sulle tecnologie con maggiore impatto del sistema produttivo, ossia prossime al mercato con un alto livello di TRL, nonché sulle aree strategiche per lo sviluppo ed il posizionamento competitivo del sistema economico rappresentate dalla Smart Specialisation Strategy. La Regione intende altresì consolidare la cooperazione tra il sistema delle imprese, le Università ed i centri di ricerca regionali.

Sono finanziati progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici individuati nella “Smart Specialisation Strategy” della Regione Liguria (aggiornata con DGR n.1321 del 22 dicembre 2022) pubblicata sul sito di Regione Liguria al seguente link: imprese e sviluppo economico – strategia di smartspecialisation – Regione Liguria.
Gli ambiti individuati sono:
1. Tecnologie del mare
2. Salute e scienze della vita
3. Sicurezza e qualità della vita nel territorio.
Tali ambiti sono descritti e declinati nel documento sopraccitato.
Il 50% della dotazione complessiva del presente bando è ripartita equamente tra i 5 Poli di ricerca ed Innovazione della Regione Liguria di cui alla DGR n. 640 del 4 agosto del 2017 che presidiano i 3 ambiti della Smart Specialisation Strategy come di seguito dettagliato:
– per l’ambito Tecnologie del Mare: 10% al Polo DLTM;
– per l’ambito Salute e Scienze della Vita: 10% al Polo Ligure Scienze della Vita;
– per l’ambito Sicurezza e qualità della vita nel territorio: 30% diviso equamente tra i Poli EASS, SOSIA e TRANSIT.
Il restante 50% della dotazione complessiva andrà a finanziare i progetti, in ordine di punteggio e senza distinzione né di ambito S3 né di Polo di afferenza, che non hanno trovato copertura e/o hanno trovato copertura parziale nella dotazione finanziaria assegnata a ciascun Polo di Ricerca ed Innovazione. Sono ammissibili, ai fini del presente bando, progetti che prevedono attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale, così come definiti all’art.2.
Scopo di ciascun progetto e suo output deve essere la realizzazione di un nuovo prodotto/servizio/processo industrialmente utile. Il bando finanzia progetti di investimento in R&S, market
oriented e prossimi alla fase di applicazione e di produzione, che prevedano un alto grado di innovazione tramite lo sviluppo di tecnologie abilitanti funzionali al rafforzamento della competitività del sistema produttivo.
Sono finanziati esclusivamente progetti di ricerca e sviluppo sperimentale afferenti alle aree tecnologiche della “Smart Specialisation Strategy” di cui all’art.3.
I progetti devono:
• avere durata non superiore a 18 mesi dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione; con possibilità di richiesta di un’unica proroga adeguatamente motivata e non superiore a 6 mesi;
• avere un costo ammissibile compreso tra €. 400.000 e €.2.000.000,00;
• essere avviati dopo la presentazione della domanda e non oltre 45 giorni perentori dalla data di ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione, pena la revoca.
Possono presentare domanda di contributo le piccole, medie e grandi imprese in forma singola (solo le PMI) o associate, costituite in ATS, appartenenti ad uno dei 5 Poli di Ricerca ed Innovazione della Regione Liguria. 
Le grandi imprese sono ammissibili ad agevolazione esclusivamente in collaborazione con PMI in attività finalizzate a svilupparne e rafforzarne le capacità di ricerca e di innovazione
nonché l’introduzione di tecnologie avanzate. 
Le ATS possono altresì prevedere la partecipazione di un organismo di ricerca (OR), se soddisfa tutte le condizioni di cui all'articolo 107, paragrafo 1, l'organismo di ricerca sia considerato un'impresa è il fatto che svolga un'attività economica, cioè un'attività consistente nell'offrire prodotti e servizi su un dato mercato.
In caso di ATS le stesse devono:
• essere composte da un minimo di 3 ad un massimo di 10 partner
• avere al loro interno almeno tre PMI
• essere già costituite,
oppure
• perfezionare e comunicare a FI.L.S.E la costituzione entro il termine perentorio di 45 giorni dal ricevimento del provvedimento di concessione dell’agevolazione, pena la revoca del contributo stesso. Entro tale data dovranno essere –eventualmente- modificati gli atti costitutivi delle ATS già costituite al momento della presentazione della domanda qualora non contenessero gli elementi minimi richiesti.

 

Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Mini pia turismo

Possono presentare domanda di agevolazioni di cui al presente Avviso: le imprese di grande, media, piccola e micro dimensione come...

Bando crowdfunding per sostenere progetti presentati dagli enti del terzo settore

Il presente bando è riservato ai soggetti del terzo settore con sede nel territorio di competenza della Fondazione, ivi compresi:...

Prevenzione ed il ripristino del potenziale produttivo agricolo

La spesa minima ammissibile per operazione è di euro 10.000,00.La spesa massima ammissibile per operazione è di euro 200.000,00.

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: