Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Sostegno allinnovazione e agli investimenti delle imprese culturali e creative

Area geografica:
Emilia-Romagna
Scadenza:
21 Settembre 2023
Tipo agevolazione:
70% Contributo a fondo perduto
Settore attività:
ATTIVITÀ ARTISTICHE; SPORTIVE; DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO
Beneficiari:
Micro Impresa, Media Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
7.000.000 €
Obiettivo di favorire la nascita, lo sviluppo ed il consolidamento di progetti innovativi, sia come prodotto che come servizio, in ambito culturale i soggetti giuridici del settore culturale e creativo.

. Sono ammissibili alle agevolazioni previste nel presente bando i seguenti interventi: – Interventi innovativi in strutture dedicate a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche per la loro riqualificazione, ristrutturazione, e/o ampliamento; – Interventi innovativi che realizzino innovazione di prodotto e di servizio o realizzino il loro consolidamento; – Investimenti ed interventi innovativi di digitalizzazione e metadatazione del patrimonio aziendale e/o culturale. Al fine di garantire l’omogeneità, la congruenza e l’interoperabilità con i progetti nazionali promossi nell’ambito del PNRR, le attività di digitalizzazione e metadatazione dovranno essere svolte secondo le linee guida contenute nel Piano Nazionale 2 Tale requisito verrà verificato attraverso l’acquisizione della Informazione antimafia, per i contributi superiori a 150.000 di cui al D. Lgs. 159/2011 e ss.mm. e ii.. Per i contributi di importo pari o inferiore a 150.000,00 euro le verifiche verranno fatte a campione acquisendo la comunicazione antimafia. pagina 18 di 96 di Digitalizzazione (https://docs.italia.it/italia/icdp/). Il suddetto Piano contiene precisi riferimenti a linee guida, raccomandazioni e standard di riferimento ampiamente condivisi a livello internazionale per tutte le attività relative alla digitalizzazione dei beni e dunque acquisizione del dato, fino alla sua pubblicazione finale sulla piattaforma della Digital Library. Per ulteriori dettagli si veda l’allegato C; – Interventi finalizzati alla creazione, all’interno dei locali aziendali, di nuovi musei di impresa e/o di specifici percorsi di visita al processo produttivo; – Interventi per investimenti in nuove tecnologie informatiche, di comunicazione, per implementare e diffondere metodi di promozione, acquisto e vendita on line; 2. Gli ambiti di attività ammissibili per i soggetti beneficiari sono i seguenti: i. Musica; ii. Audiovisivo e radio (inclusi: film/cinema, televisione, videogiochi, software e multimedia); iii. Moda; iv. Architettura e Design; v. Arti visive (inclusa fotografia); vi. Spettacolo dal vivo e Festival; vii. Patrimonio culturale materiale e immateriale (inclusi: archivi, biblioteche e musei); viii. Artigianato artistico; ix. Editoria, libri e letteratura; x. Area interdisciplinare (relativo ai soggetti che operano in più di un ambito di intervento tra quelli elencati). 3. Gli interventi devono essere coerenti e determinare una ricaduta positiva con riferimento ad uno o più dei 15 ambiti tematici cross – settoriali 3 individuati nella nuova “Strategia di specializzazione 3 Gli ambiti tematici cross-settoriali e i relativi descrittori sono quelli individuati nell’Allegato B al presente bando nel quale sono indicati anche le attività (descrittori) che i proponenti possono realizzare in relazione a ciascun ambito prescelto. pagina 19 di 96 intelligente (S3) 2021/2027. 4. Gli interventi di cui al comma 1 del presente paragrafo: – potranno essere avviati a partire dalla data del 1° gennaio 2023 e conclusi entro la data del 30 giugno 20254 . Pertanto, tutti i contratti e/o tutte le obbligazioni giuridicamente vincolanti – comprese le accettazioni di preventivi – strettamente funzionali e strumentali alla realizzazione del progetto proposto dovranno essere perfezionati all’interno del periodo sopra indicato, fatte salve le proroghe di cui al paragrafo 8.1, a pena di inammissibilità delle relative spese; inoltre, in base a quanto previsto nel comma 6 dell’articolo 63 del Regolamento UE n. 1060/2021, gli interventi non dovranno essere stati materialmente completati o interamente attuati prima che sia stata presentata la 4 Ai fini del presente bando: – l’avvio degli interventi coincide con la data di assunzione del primo impegno giuridicamente vincolante ad ordinare i beni e/o i servizi richiesti o di qualsiasi altro impegno che renda irreversibile la spesa, quali ad esempio la sottoscrizione, per accettazione, del preventivo e/o la sottoscrizione di un contratto e/o di una lettera d’incarico con le informazioni minime necessarie (impegni reciproci di cedente e cessionario). Nel caso di opere edili, murarie e impiantistiche, in particolare, per data di avvio si fa riferimento: – in caso di edilizia libera e per opere che non hanno richiesto alcun titolo abilitativo, alla data di stipula del contratto/ accettazione del preventivo controfirmato; – in caso opere di edilizia pesante o recuperi conservativi o manutenzione straordinaria o comunque ampliamenti, ristrutturazioni o riqualificazioni che hanno richiesto un titolo abilitativo, alla data di avvio dei lavori dichiarata dal D.L./di apertura del cantiere. – la conclusione degli interventi coincide con la data dell’effettiva ultimazione degli stessi attestata, ad esempio, da una dichiarazione del direttore dei lavori/dell’esecutore delle opere oppure dai documenti di consegna e installazione dei beni o del prodotto delle consulenze richieste attestato dal consulente nella relazione sulle attività prestate. Nel caso di opere edili, murarie e impiantistiche, in particolare, per data di conclusione si fa riferimento: – in caso di edilizia libera e per opere che non hanno richiesto alcun titolo abilitativo, alla data di conclusione indicata nella relazione del fornitore/artigiano con una descrizione delle opere realizzate; in caso opere di edilizia pesante o recuperi conservativi o manutenzione straordinaria o comunque ampliamenti, ristrutturazioni o riqualificazioni che hanno richiesto un titolo abilitativo, alla data riportata nel documento di fine lavori e/o certificato di conformità/collaudo delle opere che deve essere indicata nella relazione del D.L. che comprende altresì la descrizione delle opere realizzate eventualmente accompagnata dalla contabilità di cantiere approvata. Rimane fatto salvo che, al momento della rendicontazione delle spese, verrà verificato che gli interventi previsti nel progetto siano stati interamente compiuti entro il termine previsto nel bando, con ciò intendendo che le opere dovranno essere interamente realizzate, i macchinari, le attrezzatture, i sistemi, le dotazioni dovranno essere effettivamente installati e funzionanti e le consulenze effettivamente prestate. pagina 20 di 96 domanda di contributo, a prescindere dal fatto che tutti i relativi pagamenti siano stati effettuati o meno; – dovranno essere realizzati presso unità locali e/o immobili ubicati nel territorio della regione Emilia-Romagna5 ; – non devono ricomprendere attività che sono parte di un’operazione oggetto di delocalizzazione in Emilia-Romagna o che costituiscono trasferimento di una attività produttiva in Emilia-Romagna da uno stato membro dell’Unione o da un’altra Regione italiana ai sensi degli articoli 65 e 66 del Regolamento UE n. 1060/2021. 5. L’investimento complessivo per la realizzazione degli interventi proposti dovrà avere una dimensione finanziaria non inferiore a € 20.000,00, I.V.A. esclusa. La dimensione minima dell’investimento per l’intero progetto dovrà essere mantenuta e assicurata anche in fase di rendicontazione delle spese sostenute per la sua realizzazione. Pertanto, qualora a seguito delle verifiche istruttorie in merito alla rendicontazione delle spese sostenute, dovesse risultare che quelle effettivamente ammesse sono inferiori a tale dimensione minima, il contributo concesso sarà interamente revocato

Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Contributi del fondo europeo di sviluppo regionale (fesr) 20212027 per l'innovazione dei processi produttivi delle pmi

I progetti proposti devono consistere: ▪ nella trasformazione di un processo produttivo esistente e/o ▪ nell’introduzione di un nuovo processo...

Bando voucher internazionalizzazione – anno 2024

Possono presentare domanda di Voucher le imprese in possesso dei seguenti requisiti: siano Micro o Piccole o Medie imprese come...

Evado a lavorare

La Fondazione, ritenendo il lavoro componente fondamentale del processo rieducativo, sosterrà progetti sperimentali a carattere multidimensionale e sistemico finalizzate a...

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: