Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Pia programmi integrati di agevolazione

Area geografica:
Puglia
Scadenza:
Fino esaurimento fondi
Tipo agevolazione:
percentuale variabile% Contributo a fondo perduto
Settore attività:
ATTIVITÀ MANIFATTURIERE, FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE; ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO, COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI, TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO, SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE, ATTIVITÀ PROFESSIONALI; SCIENTIFICHE E TECNICHE, NOLEGGIO; AGENZIE DI VIAGGIO; SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE, ISTRUZIONE
Beneficiari:
Micro Impresa, Media Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
55.000.000 €
Sostenere le PMI nell'innovazione e nella transizione ecologica e digitale, ristrutturando i cicli produttivi e promuovendo l'economia circolare. Favorire l'integrazione delle PMI nelle catene globali, diffondere ricerca e innovazione, aggregare competenze tra imprese ed enti di ricerca per potenziare filiere verticali e orizzontali. Introdurre il concetto di contaminazione e scambio di esperienze, sostenendo e qualificando l'occupazione regionale, inclusa quella femminile.

I programmi integrati di agevolazione possono essere presentati da una PMI singolarmente o in adesione con altre piccole e medie imprese / Start up / imprese innovative. 

I benefeciari devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • essere regolarmente costituito ed iscritto nel Registro delle Imprese e non trovarsi in stato di liquidazione giudiziale;
  • trovarsi in regime di contabilità ordinaria;
  • non rientrare tra coloro che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti dichiarati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
  • non essere stato destinatario, nei tre anni precedenti alla data di presentazione della domanda di agevolazione, di provvedimenti di revoca di agevolazioni pubbliche ad eccezione di quelli derivanti da rinunce da parte delle imprese;
  • non aver effettuato una delocalizzazione verso lo stabilimento in cui deve svolgersi l'investimento iniziale per il quale è richiesto l'aiuto, nei due anni precedenti la domanda di aiuto e si impegna a non farlo nei due anni successivi al completamento dell'investimento iniziale per il quale è richiesto l'aiuto;

 

Il programma integrato di agevolazione deve essere costituito da:

  • progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale  che possono essere integrati con:
  • progetti di Innovazione;
  • investimenti produttivi;
  • progetti formativi;
  • investimenti a favore della tutela ambientale;
  • acquisizione di consulenze specialistiche, programmi di Internazionalizzazione e di partecipazione a fiere.

La misura si presenta sotto la forma di contributo a fondo perduto

L'ammontare totale delle spese e dei costi ammissibili varia come segue:

  • per gli investimenti produttivi, i costi complessivi devono rientrare nei seguenti limiti finanziari: da 1 milione a 50 milioni di euro per le Medie imprese, da 1 milione a 50 milioni di euro per le Piccole imprese, da 1 milione a 40 milioni di euro, fino a 20 milioni di euro per le imprese innovative e per le Start Up innovative singole  e da 0,5 e 5 milioni di Euro per le start up innovative e per le imprese innovative aderenti
  • I costi per la Ricerca Industriale e lo Sviluppo Sperimentale non possono eccedere 40 milioni di euro per Programma Integrato di Agevolazione.
  • I costi per l'innovazione a favore delle PMI non possono eccedere 3 milioni di euro.
  • I costi per l'innovazione dei processi e dell'organizzazione non possono eccedere 5 milioni di euro.
  • I costi per la formazione non possono eccedere 2 milioni di euro.
  • Gli investimenti a favore della tutela ambientale non possono eccedere 10 milioni di euro.
  • Le spese per servizi di consulenza e di internazionalizzazione non potranno superare 500mila euro.
  • Le spese per la partecipazione alle fiere non potranno superare 500mila euro.

L’aliquota applicata al contributo per ciascun beneficiario non supera:

  • nei progetti di ricerca industriale il 60 % per le medie imprese ed il 70 % per le piccole imprese, mentre nei progetti di ricerca sperimentale è del 35 % per le medie imprese ed il 45 % per le piccole imprese.
  • Le agevolazioni per l’Innovazione delle PMI sono concesse nel limite del 50%.
  • Per gli Investimenti Produttivi le agevolazioni sono del 40% per le medie imprese e 50% per le piccole imprese.
  • In relazione agli Aiuti per la Formazione, l'intensità di aiuto non supera per le medie imprese il 60 % e per le piccole imprese il 70%.
  • Per gli Investimenti a favore della tutela ambientale l'intensità di aiuto non supera 55% per le medie imprese e il 65% per le piccole imprese.
  • Le agevolazioni relative ai servizi di consulenza per le imprese sono concesse alle PMI nel limite del 50%.
Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese

L’aiuto non è direttamente collegato alle operazioni o investimenti che il giovane deve realizzare, ma viene concesso in modo forfettario...

Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La dotazione finanziaria dell’azione 1.3 Investimenti per l’energia rinnovabile del PAL Distretto Rurale Sicilia Centro Meridionale è pari ad €...

Servizi per l’innovazione e l’avanzamento tecnologico e interventi per la trasformazione digitale a supporto delle pmi

La dotazione finanziaria complessiva dell’Avviso è pari ad €23.500.000,00  a valere sul PR Puglia 2021 – 2027 – fondo FESR – Asse...

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: