Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Bando per la concessione di contributi a favore delle imprese attive nella produzione di prodotti agricoli per l’istallazione di impianti fotovoltaici

Area geografica:
Friuli-Venezia Giulia
Scadenza:
31 Dicembre 2023
Tipo agevolazione:
a percentuale variabile% Contributo a fondo perduto
Settore attività:
AGRICOLTURA; SILVICOLTURA E PESCA
Beneficiari:
Micro Impresa, Media Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
10.000.000 €
Promuovere l’impiego di fonti energetiche rinnovabili nonché consentire alle imprese agricole di incrementare la propria capacità di resilienza e concorrere attivamente al raggiungimento degli obiettivi di transizione ecologica attraverso la concessione di contributi per l’installazione di nuovi impianti fotovoltaici

Beneficiari degli aiuti devono essere PMI:

  • attive nella produzione di prodotti agricoli;
  • con unità operativa in regione;
  • che hanno costituito il fascicolo aziendale elettronico;
  • che hanno la titolarità o la disponibilità dell’intero fabbricato o manufatto rurale, su cui viene collocato l’impianto fotovoltaico;
  • che possiedono almeno un punto di prelievo esistente (POD), ovvero si impegnano a richiedere almeno un POD, intestato all’impresa medesima, ai fini della realizzazione dell’impianto fotovoltaico oggetto di contributo.

Sono considerati ammissibili gli interventi di nuova realizzazione di uno o più impianti fotovoltaici che rispettano i seguenti requisiti:

  • sono collocati nel territorio regionale;
  • sono realizzati su una o più coperture di fabbricati o manufatti rurali che, al momento di presentazione della domanda di contributo, rientrano nella titolarità ovvero nella disponibilità del richiedente per i successivi 5 anni;
  • in caso di realizzazione di più impianti fotovoltaici, questi possono essere istallati su fabbricati o manufatti rurali collocati anche in mappali catastali diversi;
  • hanno, complessivamente, potenza massima compresa fra i 20 kWp e i 130 kWp;
  • la superficie media dei pannelli che generano 1 kWp, non è superiore a 6 metri quadri;
  • devono essere collegati alla rete elettrica, attraverso uno o più POD intestati al beneficiario;
  • vengono assicurati per un periodo di almeno 3 anni.

Sono, altresì, considerati ammissibili gli interventi, che comprendono lo smaltimento e il rifacimento delle coperture realizzate in amianto o fibrocemento, sulle quali viene posizionato l’impianto fotovoltaico.​​​​​

L'agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perdut nella misura del:

  • 40 per cento delle spese ritenute ammissibili, per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico;
  • 100 per cento per la rimozione, smaltimento e rifacimento delle coperture in amianto o fibrocemento.

L’importo massimo degli aiuti non può, comunque superare i 1.300,00 euro per kWp per impianti della potenza fino a 50 kWp e i 1.100 euro per impianti di potenza fino a 130 kWp.
Il limite massimo di contributo per le coperture è invece fissato in euro 65/mq per tetti in amianto ed euro 55/mq per tetti in fibrocemento.

 

Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Mini pia turismo

Possono presentare domanda di agevolazioni di cui al presente Avviso: le imprese di grande, media, piccola e micro dimensione come...

Bando crowdfunding per sostenere progetti presentati dagli enti del terzo settore

Il presente bando è riservato ai soggetti del terzo settore con sede nel territorio di competenza della Fondazione, ivi compresi:...

Prevenzione ed il ripristino del potenziale produttivo agricolo

La spesa minima ammissibile per operazione è di euro 10.000,00.La spesa massima ammissibile per operazione è di euro 200.000,00.

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: