Skip to content Skip to footer

Portale informativo dedicato alla cultura dell’agire

Misura per il rafforzamento delle filiere produttive e degli ecosistemi industriali

Area geografica:
Lombardia
Scadenza:
31 Dicembre 2027
Tipo agevolazione:
10% Contributo a fondo perduto, 60% Mutuo agevolato
Settore attività:
ATTIVITÀ MANIFATTURIERE
Beneficiari:
Micro Impresa, Media Impresa, Grande Impresa, Piccola Impresa, Midcap
Dotazione finanziaria:
33.100.000 €
La Misura mira a promuovere e sostenere il potenziamento delle filiere produttive e degli ecosistemi industriali nella regione Lombardia, integrandoli efficacemente nelle catene globali del valore. Questo obiettivo è finalizzato all'incremento delle capacità di innovazione, produzione e investimento delle imprese, con particolare attenzione alle PMI, in linea con la strategia industriale dell'Unione Europea.

Possono presentare domanda di partecipazione alla presente misura, le Filiere rappresentate da raggruppamenti di imprese composti da almeno 5 imprese di qualsiasi dimensione legate insieme da un Accordo di Filiera, in maggioranza PMI ai sensi dell’Allegato 1 del Regolamento GBER, che abbiano i seguenti requisiti:

  • siano regolarmente costituite, iscritte e attive nel Registro delle Imprese;
  • abbiano una o più sedi operative, oggetto dell’intervento, in Lombardia  alla data di presentazione della domanda di partecipazione al bando attuativo o che intendano costituire una sede operativa in Lombardia entro la stipula del contratto di agevolazione o nel caso della Grande impresa al momento della presentazione della rendicontazione per l’erogazione del contributo;

Nella Filiera possono essere presenti al massimo 2 soggetti legati da rapporti di controllo o collegamentoNon sono ammissibili variazioni, intese come sostituzioni dei Partner della Filiera, nel periodo intercorrente tra la data della presentazione della domanda di partecipazione alla misura e la concessione dell'agevolazione.
Inoltre, è necessario che la/le MidCap collaborino effettivamente con PMI Partner di Progetto nelle attività di innovazione di processo e dell’organizzazione e che tali PMI sostengano almeno il 30% dei costi totali ammissibili a valere sull’art. 29 del Regolamento GBER.

Nel caso di grandi imprese, il beneficiario non deve trovarsi  in una situazione comparabile a un rating del credito inferiore a B per poter partecipare all'agevolazione. In ogni raggruppamento di Filiera può partecipare solo una Grande impresa.

Sono ammissibili Progetti di Filiera, intesi come progetti presentati dalla Filiera, che dovranno riguardare almeno uno dei seguenti ambiti di intervento:

  • rafforzamento competitivo delle filiere e degli ecosistemi industriali;
  • costituzione e sviluppo di nuove filiere;
  • sostenibilità ambientale, sociale ed economica della Filiera ed economia circolare;
  • innovazione, miglioramento tecnologico e digitalizzazione delle filiere.

Al progetto di filiera può essere abbinata un’attività di sviluppo sperimentale svolta da una Grande Impresa, Partner del Progetto, funzionale e correlata allo sviluppo e/o al consolidamento della Filiera stessa, che non può rappresentare oltre il 50% della spesa complessiva del Progetto di Filiera.

Il valore del Progetto di Filiera minimo dovrà essere di almeno 750.000,00 euro, incluso il valore delle eventuali attività di sviluppo sperimentale. Non può essere presentato un investimento complessivo di valore superiore a 5.000.000,00 di euro, incluso il valore delle eventuali attività di sviluppo sperimentale.

Ai fini dell’ammissibilità del Progetto di Filiera al momento della presentazione della domanda, fermi restanti il limite minimo e massimo del valore del Progetto di Filiera:

  • le PMI dovranno sostenere un intervento per un valore minimo di 150.000,00 euro;
  • se presenti, le MidCap dovranno sostenere un intervento per un valore di almeno 300.000,00 euro;
  • se presenti, le Grandi Imprese dovranno sostenere un intervento per un valore di almeno 500.000,00 euro. Per tali soggetti il contributo non potrà essere superiore a euro 625.000,00 e nel limite del regime di aiuti di cui all’art. 25 del Regolamento GBER.

I Progetti devono rispettare il principio DNSH.

L’agevolazione per le PMI e le MidCap si compone di:

  • un finanziamento a tasso agevolato, a copertura fino al 60% dell’investimento, erogato dal Soggetto Gestore a ciascun Partner. L'importo massimo soggetto al finanziamento agevolato è di euro 2.500.000,00, con tasso di interesse fisso pari 1,5%. Il tasso sarà verificato almeno annualmente sulla base delle variazioni del tasso IRS a 5 anni
  • un contributo a fondo perduto nel limite massimo del 10% dell’investimento a seconda del regime di aiuto applicato erogato dal Soggetto Gestore.

L’agevolazione per le Grandi Imprese che realizzano attività di sviluppo sperimentale consiste in un contributo a fondo perduto sull’investimento ammesso di propria competenza, erogato da Regione Lombardia.
 

Se sei interessato ad approfondire la misura, non esitare a contattarci per ricevere una consulenza qualificata.

SEF Consulting

Potrebbe interessarti anche...

Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese

L’aiuto non è direttamente collegato alle operazioni o investimenti che il giovane deve realizzare, ma viene concesso in modo forfettario...

Investimenti nella creazione e nello sviluppo di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

La dotazione finanziaria dell’azione 1.3 Investimenti per l’energia rinnovabile del PAL Distretto Rurale Sicilia Centro Meridionale è pari ad €...

Servizi per l’innovazione e l’avanzamento tecnologico e interventi per la trasformazione digitale a supporto delle pmi

La dotazione finanziaria complessiva dell’Avviso è pari ad €23.500.000,00  a valere sul PR Puglia 2021 – 2027 – fondo FESR – Asse...

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

“La nostra mission consiste nel dotare i lettori di un magazine in grado di decifrare il vasto mondo della gestione d’impresa grazie a contenuti d’eccezione e alla collaborazione con enti pubblici e privati.”

Resta aggiornato. Iscriviti alla Newsletter Acta.

Versione digitale della testata cartacea Acta Non Verba, registrata presso il Tribunale di Napoli n. 2815/2020 del 23/6/2020.
Direttore responsabile: Mariano Iadanza – Direttore editoriale: Errico Formichella – Sede legale: Viale Antonio Gramsci 13 – 80100 Napoli
Per comunicazioni e contatti scrivere a: redazione@actanonverba.it

ActaNonVerba ©2024 – Tutti i diritti riservati – Developed by Indigo Industries

ActaNonVerba ©2024
Tutti i diritti riservati
Developed by Indigo Industries

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Whoops, you're not connected to Mailchimp. You need to enter a valid Mailchimp API key.

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni

Completa il captcha

Risolvi questo smplice problema: