Skip to content Skip to footer

Contratti di filiera per il settore della pesca e dell'acquacoltura

Supportare la filiera della pesca e dell'acquacoltura

Il Contratto di filiera deve interessare un ambito territoriale multiregionale. L’importo totale dei costi riconducibile a una sola regione non può superare l’85% del totale dei costi ammissibili del Contratto di filiera.

Possono essere ammessi :

  • investimenti nelle imprese di pesca e acquacoltura connessi con l’Attività produttiva per una spesa max  ammissibile per regimi in esenzione non superiore a 2 milioni di euro per progetto e a 1 milione di euro per beneficiario e per anno;
  • investimenti per la Trasformazione di prodotti ittici: per una spesa max ammissibile non superiore per regimi in esenzione a 2 milioni di euro per progetto e a 1 milione di euro per beneficiario e per anno;
  • investimenti per la Commercializzazione di prodotti ittici, per la partecipazione dei produttori di Prodotti ittici ai regimi di qualità e per la realizzazione di campagne di comunicazione e promozione regionali, nazionali o transnazionali per sensibilizzare il pubblico sui prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibili per una spesa max ammissibile per regimi in esenzione non superiore a 2 milioni di euro per progetto e a 1 milione di euro per beneficiario e per anno;
  • progetti di Ricerca e sviluppo nel settore ittico con una spesa massima ammissibile per regimi in esenzione pari a 7,5 milioni di euro per progetto.

Possono essere ammessi i Contratti di filiera che prevedono un ammontare complessivo pari a 50 milioni di euro

Misura in pillole:
Scadenza:
31 Ottobre 2022
Area geografica:
Nazionale
Settore attività:
AGRICOLTURA; SILVICOLTURA E PESCA
Beneficiari:
Media Impresa, Piccola Impresa
Dotazione finanziaria:
50.000.000 €
Tipo agevolazione:

Potrebbe interessarti anche...

Sign Up to Our Newsletter

Be the first to know the latest updates

Iscriviti per ricevere maggiori informazioni